TimGate
header.weather.state

Oggi 14 agosto 2022 - Aggiornato alle 17:00

 /    /    /  Guerra, perché è importante la riconquista ucraina dell'Isola dei Serpenti
Perché è importante la riconquista ucraina dell'Isola dei Serpenti

L'incrociatore russo Moskva affondano nel Mar Nero dagli ucraini nell'aprile 2022- Credit: Chine Nouvelle Sipa/Fotogramma

la guerra di putin01 luglio 2022

Perché è importante la riconquista ucraina dell'Isola dei Serpenti

di Carlo Savelli

Senza l'avanposto nel Mar Nero quasi impossibile per i russi uno sbarco a Odessa

La notizia, arrivata giovedì 30 giugno, dei russi che hanno abbandonato l’Isola dei Serpenti, nel Mar Nero, viene considerata da vari analisti della guerra in Ucraina un possibile punto di svolta nel conflitto.

Senza l'avamposto sull'Isola dei Serpenti diventa infatti quasi impensabile uno sbarco a Odessa. E questo ha con importanti conseguenze per combattimenti di terra.

Kiev, spiega Gianluca Di Feo su Repubblica potrà infatti spostare una parte consistente delle truppe che erano occupate nella difesa delle spiagge, per impegnarle nella controffensiva per liberare Kherson o aprire un nuovo fronte nella zona di Zaporizhzhya, con conseguente una probabile necessità per i russi di sguarnire i propri reparti impegnati nel Donbass.

Leggi anche: -La controffensiva ucraina su Kherson

La vittoria ucraina sull'Isola dei Serpenti è stata favorita dagli errori russi,prima di tutto il fatto di non averla fortificata.

Il primo segnale della capacità ucraina di insidiare la flotta russa arrivò il 14 aprile, quando la flotta di Kiev affondò l'incrociatore Moskva.
E nelle ultime settimane, l'arrivo delle nuove armi di ultima generazione da parte occidentale ha dato il colpo di grazia alle truppe di Mosca stanziate sull'isoletta.

L'aver ripreso il controllo, almeno parziale, del Mar Nero, non sbloccherà però la situazione dei cereali bloccati nel porto di Odessa, dato che i russi hanno ancora numerosi sottomarini e missili a lunghissimo raggio stanziati in Crimea. Inoltre ci sono le mine che gli stessi ucraini hanno piazzato in mare. Solo un accordo con Mosca può quindi sbloccare la situazione e sventare una crisi alimentare.