TimGate
header.weather.state

Oggi 03 luglio 2022 - Aggiornato alle 00:00

 /    /    /  Hong Kong, Carrie Lam: 'La legge sull'estradizione è morta'

ESTERI09 luglio 2019

Hong Kong, Carrie Lam: 'La legge sull'estradizione è morta'

di Michela Cannovale

Ma per i contestatori non è ancora sufficiente: vogliono di più

A Hong Kong la piazza ha ottenuto uno storico risultato: dopo settimane di proteste, la Governatrice Carrie Lam ha detto che la controversa legge che avrebbe permesso le estradizioni nella Cina continentale "è morta".

 

- LEGGI ANCHE: Proteste a Hong Kong, che cos'è la legge sull'estradizione

 

"Il lavoro del governo sulla legge è stato un completo fallimento. Mi devo scusare per questo prima di tutto. La ragione del fallimento è che non abbiamo fatto bene il nostro lavoro e non abbiamo ascoltato abbastanza le richieste della società", ha dichiarato la Lam in conferenza stampa. La chief executive tuttavia non si è spinta fino a dire che la legge è ritirata in maniera definitiva, così come richiesto dai manifestanti scesi in piazza per protesta nei giorni passati.

 

Il progetto di legge era stato già sospeso a tempo indefinito, a seguito delle proteste ma questo non è bastato a riportare la pace nelle strade di Hong Kong. Alcuni gruppi di contestatori, nonostante le rassicurazioni di Lam si sono detti pronti a continuare le manifestazioni.

 

- LEGGI ANCHE: Hong Kong ancora in piazza contro la chief executive Lam