TimGate
header.weather.state

Oggi 22 maggio 2022 - Aggiornato alle 18:15

 /    /    /  Il Louvre e Sotheby’s indagano insieme la provenienza di alcune opere
Il Louvre e Sotheby’s indagano insieme la provenienza di alcune opere

La facciata del Museo del Louvre a Parigi- Credit: Belga / IPA / Fotogramma

ARTE27 gennaio 2022

Il Louvre e Sotheby’s indagano insieme la provenienza di alcune opere

di Maria Verderio

Una partnership che durerà tre anni tra il museo e la casa d’aste permetterà studi sulle opere acquistate tra il 1933 e il 1945

Il centro della collaborazione tra la casa d’aste e il museo parigino è lo studio e le ricerche che includeranno la foto delle opere d’arte e la successiva digitalizzazione, l’organizzazione di seminari, il tutto finalizzato ad accertare la provenienza degli acquisti realizzati dal museo durante la Seconda Guerra Mondiale.

Il dipartimento Restituzioni

Il dipartimento Restituzioni della casa d’aste è stato fondato nel 1997 ed è composto da 4 esperti. Il dipartimento si basa sulle idee della Conferenza di Washington sull’arte nazista rubata, che ha elaborato una serie di principi a sostegno delle restituzioni delle opere confiscate durante il nazismo.

I problemi

Il dipartimento è stato in grado di risolvere centinaia di casi relativi a opere d’arte confiscate: “Sin dalla sua fondazione, il Dipartimento Restituzioni di Sotheby’s si è dedicato all’identificazione continua di oggetti e opere per ricercare e rivedere a fondo la provenienza di qualsiasi opera d’arte messa in vendita. Diamo ai clienti e agli acquirenti la tranquillità di sapere che tutte le opere d’arte vendute tramite Sotheby’s sono controllate dal nostro team di esperti. Se dovesse arrivare un dipinto di dubbia provenienza, collaboriamo con discrezione con i clienti per trovare soluzioni appropriate, che possono comportare l’orchestrazione di un accordo reciprocamente accettabile tra l’attuale possessore e gli eredi dell’ex proprietario”.

Il Louvre

La collaborazione tra la casa d’aste e il museo verrà inaugurata con una conferenza che racconta il mercato dell’arte e gli spostamenti delle opere durante l’occupazione nazista della Francia. Ci sarà la proiezione del documentario del 2021 di Vassili Silovic basato su un libro di Emmanuelle Polack che è stata alla guida di un progetto di ricerca sulla provenienza delle opere del Louvre.