TimGate
header.weather.state

Oggi 27 maggio 2022 - Aggiornato alle 02:00

 /    /    /  Il Van Gogh Museum diventa un beauty center
Il Van Gogh Museum diventa un beauty center

Russia: conferenza stampa sulla conservazione dell’opera di Van Gogh "La Vigna Rossa ad Arles"- Credit: / IPA / Fotogramma

ARTE22 gennaio 2022

Il Van Gogh Museum diventa un beauty center

di Maria Verderio

La scelta è stata un modo per protestare a causa delle restrizioni imposte ai luoghi della cultura per la pandemia

Sembra incredibile, ma sotto lo sguardo delle opere d’arte di Vincent Van Gogh qualcuno si è seduto a un tavolo e si è fatto fare manicure, ricostruzione delle unghie e cambio smalto. Si tratta di una scena surreale che si è svolta al museo di Amsterdam.

Una forma di protesta

Se qualcuno ha pensato a una performance, si è sbagliato. Si tratta, infatti, di una protesta messa in atto contro le misure del Governo olandese in fatto di pandemia. È stata imposta la chiusura ai luoghi della cultura, ma possono continuare a svolgere normale attività i centri estetici, le palestre e i parrucchieri.

Le sale “estetiche”

Ecco, quindi, che le sale del Van Gogh Museum si sono trasformate in salone di bellezza, con al centro un tavolo adibito a lavori estetici. Il tutto è stato allestito davanti alle opere d’arte di Vincent Van Gogh.

Non è un caso isolato

Ciò che è avvenuto in Olanda non è un caso isolato. Hanno seguito il suo esempio il centro di dibattiti De Balie, la Comunità della Ragione, il Mauritshuis, il Limburgs Museum. La direttrice del Van Gogh Museum Emilie Gordenker ha dichiarato: “Una visita al museo è sicura ed altrettanto importante quanto andare in un salone di bellezza, forse di più”.