Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie Clicca Qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

menu
Oggi 06 aprile 2020 - Aggiornato alle 11:15
Coronavirus alla stazione di Nuova Delhi, India Coronavirus alla stazione di Nuova Delhi, India - Credit: Manish Rajput / SOPA Images / IPA / Fotogramma
COVID-19 25 marzo 2020

Coronavirus in India: 1,3 miliardi di persone in isolamento

di Michela Cannovale

La più popolosa democrazia del mondo affronta l'epidemia

Il mondo intero si sta fermando a causa del coronavirus ed è arrivata anche la volta dell’India.

Secondo quanto ordinato dal primo ministro Narendra Modi, l’isolamento è iniziato a mezzanotte del 25 marzo e durerà un minimo di 21 giorni. Soprattutto, sarà valido per tutti e 36 gli stati del Paese: significa che 1,3 miliardi di persone dovranno fermarsi, a meno che non vogliano, ha avvertito il primo ministro, che “molte famiglie siano distrutte per sempre dall’epidemia e che la nostra economia torni indietro di 21 anni”.

 

“Avete visto nei notiziari le conseguenze mondiali derivanti dall'emergenza sanitaria. Avete anche visto come le nazioni più potenti sono diventate impotenti di fronte a questa pandemia. A partire dalla mezzanotte di oggi, l'intero Paese sarà completamente isolato e per ogni indiano ci sarà il divieto assoluto di avventurarsi fuori dalla propria casa. Pertanto, vi chiedo di rimanere ovunque vi troviate in questo momento”, ha detto Modi nel suo discorso alla nazione, a poche ore dal lockdown completo.

 

Le frontiere internazionali, in India, sono state chiuse alla maggior parte dei viaggiatori provenienti dall'Europa. Così come in altrove nel mondo, dal 25 marzo saranno operativi solo i servizi essenziali. Chiusi tutti i negozi, gli stabilimenti commerciali, le fabbriche, gli uffici, i mercati e i luoghi di culto; sospesa la circolazione dei mezzi pubblici.

 

Modi ha detto che le nuove misure restrittive sono necessarie per proteggere la popolazione: “La distanza sociale è l'unica opzione per combattere il coronavirus. Se vogliamo fermare il contagio, dobbiamo interrompere il ciclo dell'infezione”, ha detto. 

 

L'India è il secondo paese più popoloso e la quinta economia al mondo. Con 519 casi di coronavirus confermati, di cui 10 morti e 39 guariti (al 25 marzo 2020), secondo quanto riportato dal ministero della Salute, la nazione sembra finora essere riuscita ad evitare gli effetti peggiori dell’epidemia. Ma il peggio potrebbe ancora arrivare.

 

--------------------------------------------

- LEGGI ANCHE:

Leggi tutto su News