Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 26 gennaio 2021 - Aggiornato alle 12:06
Live
  • 11:40 | L’Italia andrà alle Olimpiadi con bandiera e inno
  • 11:34 | Stile coloniale: come arredare casa
  • 11:15 | BTS, cosa contiene la nuova versione dell'album "BE"
  • 11:09 | Come cambiare font nella bio di Instagram
  • 11:03 | Twitter e il progetto Birdwatch per contrastare la disinformazione
  • 10:00 | Economia, ecco come lo smart working aiuta a resistere alla crisi
  • 09:45 | Scarpinocc di Parre
  • 09:20 | Usa: l’impegno di Google per le vaccinazioni contro il Covid
  • 09:04 | Il Papu Gomez va al Siviglia
  • 08:18 | Le regioni che finirebbero in zona rosso scuro
  • 07:50 | Il derby di Coppa Italia tra Inter e Milan
  • 06:00 | I titoli dei giornali di martedì 26 gennaio
  • 23:30 | Perché l'impeachment di Trump sarà votato l'8 febbraio
  • 20:40 | Chi è Madame, in gara al Festival con "Voce"
  • 19:44 | Olimpiadi Tokyo, perché l’Italia rischia la sospensione
  • 19:13 | Coppa Italia, Conte: 'Il Milan non è solo Ibrahimovic'
  • 19:03 | Dennis Quaid sarà Ronald Reagan in un biopic
  • 19:00 | Quando la regina viaggia deve rispettare molte regole
  • 18:52 | Coppa Italia, Pioli: 'Avere pressioni è un privilegio'
  • 18:28 | Ecco come sarà Traffic Jams
John Kerry, l'uomo di Biden nella lotta al cambiamento climatico John Kerry, inviato internazionale per la crisi climatica del presidente Joe Biden - Credit: Biden Transition Via CNP / IPA / Fotogramma
la nuova amministrazione usa 26 novembre 2020

John Kerry, l'uomo di Biden nella lotta al cambiamento climatico

di Luigi Gavazzi

Il presidente eletto l'ha scelto per il suo impegno per l'ambiente e per l'esperienza diplomatica

John Kerry sarà dunque l’inviato internazionale di Joe Biden alla fondamentale materia della lotta al cambiamento climatico.

È una scelta importante per vari motivi. Una svolta per ripristinare la credibilità degli Stati Uniti sul tema ambientale, quasi azzerata da quattro anni di negazionismo di Donald Trump e di provvedimenti pratici e simbolici che hanno indicato il disprezzo dell’amministrazione uscente per un problema fondamentale per il futuro dell’umanità.

 

 


LEGGI ANCHE: Chi è Janet Yellen, la donna che dovrà rilanciare l’economia americana 

• Chi è Tony Blinken, il Segretario di Stato nel governo di Joe Biden


 

Il clima nel Consiglio per la sicurezza nazionale

L’importanza della mossa di Biden è sottolineata anche dal fatto che per la prima volta uno dei responsabili delle questioni climatiche siederà nel Consiglio per la sicurezza nazionale - un organismo della Casa Bianca che affianca il presidente nelle aree fondamentali per il governo del paese.

John Kerry

Kerry, 76 anni, è stato il candidato democratico alla presidenza Usa nel 2004 (sconfitto da George W. Bush), Segretario di Stato con Obama, da oltre 30 anni si occupa di questioni climatiche. È stato tra i costruttori e firmatari degli accordi di Parigi nel 2015.

Carbon neutrality entro il 2050

Come spiega Ferdinando Cotugno su “Domani”, due sono i piani in cui la nuova presidenza Biden lavorerà per recuperare il terreno perso da Trump nella lotta al cambiamento climatico: – riforme istituzionali profonde che portino alla produzione di energie elettrica pulita entro il 2035 e carbon neutrality entro il 2050; – riprendersi la leadership mondiale in questo ambito, con un summit organizzato dagli Stati Uniti entro i primi cento giorni del mandato dell’amministrazione.

 

 

(Questo articolo è stato pubblicato la prima volta il 25 novembre 2020)

I più visti

Leggi tutto su News