TimGate
header.weather.state

Oggi 10 agosto 2022 - Aggiornato alle 14:15

 /    /    /  Il governo Johnson sta sempre peggio
Il governo Johnson sta sempre peggio

Il primo ministro britannico, Boris Johnson- Credit: Leon Neal / Ipa-Agency.Net / Fotogramma

REGNO UNITO06 luglio 2022

Il governo Johnson sta sempre peggio

di Gianluca Cedolin

Si sono dimessi i ministri dell'Economia e della Salute

La posizione del primo ministro del Regno Unito, il conservatore Boris Johnson, è sempre più in bilico, travolta da scandali e sconfitte elettorali, oltre che da una generale sfiducia all'interno del suo partito. Ieri, martedì 5 luglio 2022, due dei più importanti ministri del suo governo si sono dimessi, accusandolo di non agire nell'interesse nazionale. Si tratta di Rishi Sunak, cancelliere dello Scacchiere (ministro dell'Economia) e di Sajid Javid, ministro della Salute.

 

Negli ultimi mesi il governo è stato travolto dal Partygate, lo scandalo delle feste private organizzate nella residenza di Johnson durante il lockdown. Ci sono poi state le sconfitte alle elezioni locali, le dimissioni del presidente del partito conservatore Oliver Dowden, gli scandali sessuali che hanno coinvolto due deputati conservatori. Sunak e Javid si sono dimessi a pochi minuti di distanza l'uno dall'altro, dicendo di non essersi coordinati. Uno ha parlato delle divergenze in politica economica, l'altro della scarsa integrità del governo.

 

Come scrive Il Post, la popolarità di Johnson è ai minimi storici (il 69 per cento dei cittadini britannici, di cui il 54 degli elettori del suo partito, ne vorrebbe le dimissioni) e nonostante non abbia probabilmente più l'appoggio di molti deputati conservatori, il primo ministro non sembra aver intenzione di dimettersi, e per ora nel sistema politico britannico non ci sono grandi strumenti per rimuoverlo dall'incarico. È difficile, però, che Boris Johnson arrivi alla scadenza del suo mandato, nel 2024.