TimGate
header.weather.state

Oggi 13 maggio 2022 - Aggiornato alle 13:28

 /    /    /  Londra ha negato l’estradizione di Julian Assange
Perché Londra ha negato l’estradizione di Julian Assange

Julian Assange, fondatore di WikiLeaks- Credit: Victoria Jones Ipa / Fotogramma

diritti umani05 gennaio 2021

Perché Londra ha negato l’estradizione di Julian Assange

di Michela Cannovale

La giudice britannica: “Il fondatore di WikiLeaks è a rischio suicidio”

Dopo essere state sospese a causa della pandemia di coronavirus, sono ricominciate a Londra le udienze per il procedimento di estradizione negli Stati Uniti di Julian Assange, accusato da Washington di aver pubblicato e diffuso documenti militari secretati sulle guerre in Iraq e Afghanistan. Estradizione che, tuttavia, contro la maggior parte delle aspettative, il Regno Unito ha respinto.

 

- LEGGI ANCHE: Il processo per l’estradizione di Assange negli Usa: la prima udienza a febbraio 2020

- E ANCHE: Perché la Svezia archivia le accuse di stupro a Julian Assange

 

Secondo la giudice britannica Vanessa Baraister, infatti, il fondatore di WikiLeaks è protetto dalle garanzie della libertà di espressione e che la sua “condotta, se provata, ammonterebbe in questa giurisdizione a reati non protetti dal diritto di libertà di stampa”.

 

Ha inoltre fatto presente che le condizioni psicologiche di Assange, che già soffre di depressione clinica, verrebbero aggravate dall’isolamento a cui sarebbe sottoposto negli Usa (dove rischia fino a 175 anni di detenzione) e che l’uomo “ha le capacità intellettuali e la determinazione” per arrivare al suicidio.

 

Insomma, per Baraister non esistono le condizioni mentali per l’estradizione e le garanzie fornite dalle autorità americane a tutela del rischio di un eventuale suicidio sono “insufficienti”. Non solo. La giudice ha anche ordinato la scarcerazione dell’uomo. Washington ha già annunciato di voler ricorrere in appello.

 

- LEGGI ANCHE: Cnn, "Assange incontrava gli agenti russi in ambasciata"

- E ANCHE: Onu: Julian Assange viene “torturato psicologicamente”

 

 

[Questo articolo è stato pubblicato la prima volta il 4 gennaio 2021 e successivamente editato]