TimGate
header.weather.state

Oggi 06 luglio 2022 - Aggiornato alle 00:06

 /    /    /  L'Italia e la Spagna nella mappa aggiornata dell'Ecdc
L'Italia e la Spagna nella mappa aggiornata dell'Ecdc

- Credit: Pixabay

COVID-1904 dicembre 2021

L'Italia e la Spagna nella mappa aggiornata dell'Ecdc

di Tina Carlyle

Sono gli unici due paesi ad avere ancora delle zone gialle

L'Italia e la Spagna, attualmente, sono gli unici due Paesi in Europa in cui i contagi da coronavirus non hanno (ancora) ripreso a crescere a ritmi esplosivi. A confermarlo è anche l'Ecdc (il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie), che nella sua mappa sulla situazione epidemiologica in Europa, aggiornata ogni due settimane, presenta delle zone in giallo unicamente nelle due nazioni appena citate.

 

Nello specifico, in Italia, sebbene non vi sia nemmeno una regione in verde (colore che indica un rischio epidemiologico basso), conta 7 regioni in giallo (rischio moderato): sono Piemonte, Toscana, Umbria, Basilicata, Puglia, Sicilia e Sardegna.

 

Valle d'Aosta, Alto Adige e Friuli-Venezia Giulia sono in rosso scuro (rischio massimo), mentre tutte le altre sono in rosso (rischio alto).

 

Quanto alla Spagna, è in giallo la regione dell'Estremadura, con le province di Cáceres e Badajoz.

 

Tutto il resto dell'Unione europea e del See (Spazio Economico Europeo) è rosso o rosso scuro. Islanda, Irlanda, Benelux, Austria, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Croazia, Slovenia, i tre Stati Baltici e Danimarca sono tutti interamente in rosso scuro, così come buona parte della Germania.