Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 18 aprile 2021 - Aggiornato alle 11:37
Live
  • 11:16 | Alexei Navalny sta morendo?
  • 11:15 | Bob Dylan compirà 80 anni, bio e canzoni del cantautore
  • 11:05 | Il pazzo 4-3 tra Cagliari e Parma
  • 11:00 | Ricette regionali: la Toscana e gli gnudi di ricotta e spinaci
  • 10:18 | Riaperture: che cosa succede in Italia dal 26 aprile
  • 10:15 | Bruno Mars età, vita privata e curiosità
  • 10:00 | Maiale alle nespole, vi assicuriamo che è buonissimo!
  • 10:00 | Se volete darvi al giardinaggio ecco cosa dovete avere
  • 09:45 | Gli esami più difficili di Filosofia
  • 09:00 | Che fine ha fatto Valentina Vernia, la ballerina hip hop di Amici
  • 09:00 | Come risparmiare acqua in estate
  • 08:50 | Come vincere bici, monopattini e giardini idroponici con TIM Party
  • 06:00 | Il record di vaccini di ieri e le altre notizie sulle prime pagine
  • 05:35 | Economia italiana, la scommessa di Draghi sulla crescita
  • 01:43 | Martina è l'eliminata della quinta puntata del Serale
  • 00:40 | Di cosa parla la nuova serie di Courteney Cox
  • 00:07 | Un live action dedicato alle sorellastre cattive di Cenerentola
  • 23:35 | Hugh Jackman e Laura Dern protagonisti di “The Son”
  • 23:17 | “A very english scandal”, una miniserie con Hugh Grant su TIMVISION
  • 23:01 | Basket, Serie A: Shields guida l’Olimpia Milano, Virtus ko 94-84
Chi è Alexei Navalny, l'attivista russo avvelenato Alexey Navalny, 44 anni - Credit: Vladimir Smirnov / Ipa / Fotogramma
RUSSIA 21 agosto 2020

Chi è Alexei Navalny, l'attivista russo avvelenato

di Gianluca Cedolin

Negato il trasferimento in Germania al principale oppositore di Putin

 

Giovedì 20 agosto Alexei Navalny, il principale oppositore di Vladimir Putin in Russia, è stato ricoverato d'urgenza nell'ospedale di Omsk, per un possibile avvelenamento.

Stava tornando dalla Siberia, dov'era stato per sostenere dei politici in vista delle elezioni locali che si terranno a breve, quando ha iniziato a sentirsi male. Secondo il suo staff, qualcuno avrebbe sciolto una sostanza nociva nel tè caldo bevuto dal russo all'aeroporto di Tomsk.

 

La storia di Navalny

Nato il 4 giugno 1976, è il segretario del Partito democratico del progresso. È laureato in legge e ha studiato anche finanza. Sin dai primi anni del 2000, ha iniziato la sua attività di protesta contro la corruzione nel governo, della quale parla in un blog diventato molto popolare. Oggi è considerato da tutti il principale oppositore di Putin.

 

Gli arresti e gli attacchi

Per le sue battaglie politiche è finito varie volte in carcere e ha subito anche in passato attacchi fisici gravi. L'ultimo dei tanti fermi, la maggior parte avvenuti in seguito a proteste non autorizzate, è avvenuto nel dicembre del 2013, quando ha denunciato il sequestro del giovane attivista Ruslan Shaveddinov. Proprio a causa dei suoi precedenti penali, la commissione russa gli ha spesso negato la possibilità di candidarsi alle elezioni russe.

 

L'avvelenamento e il trasferimento negato

Dopo il ricovero per il sospetto avvelenamento, i familiari e lo staff di Navalny hanno chiesto di trasferirlo all'estero, perché l'ospedale di Omsk non sarebbe attrezzato per gestire casi di avvelenamento simili (anche se non è ancora stata diffusa una diagnosi ufficiale sull'accaduto). Secondo la portavoce di Navalny Kira Yarmysh, inizialmente i medici avevano acconsentito al trasferimento dell'attivista, tanto che un aereo era partito dalla Germania per portarlo all'ospedale Charité di Berlino.

 

Improvvisamente, però, dopo che tutto era stato approntato, i medici hanno iniziato a sostenere che Navalny non fosse in condizione di essere trasferito, come scrive Il Post citando un approfondimento del Guardian. Secondo Yarmysh, il mancato spostamento di Navalny è “un attentato alla sua vita”, una strategia delle autorità russe per evitare che altri riescano a provare l'avvelenamento.

 

 

I più visti

Leggi tutto su News