Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 05 dicembre 2020 - Aggiornato alle 14:45
Live
  • 14:45 | Addio al penultimo cane della regina Elisabetta
  • 14:23 | Leonardo Lamacchia, chi è il cantante di Amici 2020
  • 13:47 | Tradizioni natalizie italiane, le più belle
  • 13:39 | Come riconoscere un bugiardo, i segnali
  • 13:30 | Irina Shayk e la figlia a spasso per New York
  • 13:19 | Maria Teresa Ruta: quanti figli ha?
  • 13:19 | Ai cani piacciono davvero le coccole?
  • 12:48 | La playlist di TIMMUSIC delle canzoni dedicate a Nelson Mandela
  • 12:44 | Arredamento classico moderno
  • 12:34 | Dentifricio al carbone fatto in casa
  • 12:27 | Il Milan a Genova senza Kjaer e Ibrahimovic
  • 12:24 | Stufe elettriche a basso consumo energetico, perché sceglierle
  • 12:00 | Kendall Jenner ha salvato la vita alla sorella
  • 11:25 | La Russia ha iniziato a somministrare il suo vaccino
  • 11:00 | Focaccia al farro con olive e rosmarino
  • 10:59 | L’Inter contro il Bologna per avvicinarsi alla vetta
  • 09:10 | Le 8 regioni che cambiano colore dal 6 dicembre
  • 07:56 | Formula 1, Leclerc scommette su Russel in Bahrein
  • 06:20 | Le migliori app del 2020 secondo Apple
  • 06:13 | Ondata di pioggia, neve e maltempo sull'Italia
Che cosa sta succedendo in Nigeria La maglietta esposta dal centravanti del Napoli Osimhen in sostegno ai manifestanti - Credit: Salvatore Laporta / IPA / Fotogramma
ESTERI 21 ottobre 2020

Che cosa sta succedendo in Nigeria

di Gianluca Cedolin

Da giorni la gente in piazza contro la polizia violenta (che spara sulla folla)

 

Da venti giorni in tutta la Nigeria le persone stanno manifestando nelle strade contro la polizia, soprattutto la Sars (Special anti-robbery squad, squadra speciale antirapina), e i suoi metodi brutali e violenti, che da anni violano i diritti umani.

Le proteste sono divampate dopo che, i primi di ottobre, ha iniziato a girare online il video della morte di un uomo, ucciso con un colpo di pistola da parte degli agenti della Sars. Durante gli scontri con la polizia ci sono stati morti e centinaia di feriti: gli agenti hanno spesso aperto il fuoco, e il governo l’altro giorno ha imposto un coprifuoco di 24 ore, nel tentativo (inutile) di fermare le manifestazioni.

 

Come ha scritto Il Post, le Sars sono state create nel 1992 per occuparsi di rapine a mano armata e altri crimini gravi, ma da sempre sono accusate di commettere abusi e violenze di vario tipo quali arresti arbitrari, estorsioni, torture, omicidi. Amnesty International, ha accertato 82 casi di abusi commessi da questa squadra di polizia tra il 2017 e il 2020, soprattutto nei confronti dei giovani (che sono anche i principali attori della protesta). Contro le violenze della Sars si sono esposti anche i due attaccanti nigeriani Osimhen e Simy, dopo i gol segnati nell’ultimo weekend di Serie A.

 

Lo scorso 11 ottobre il governo ha sciolto le Sars, istituendo una task force per verificare gli abusi; gli agenti, tuttavia, sono stati ricollocati in altre forze di polizia, e sono state create nuove squadre, ragion per cui le manifestazioni contro i metodi violenti della polizia nigeriana stanno continuando. Il Guardian ha raccontato che tantissime persone sono scese in strada nonostante il coprifuoco, e che la polizia ha sparato sulla folla nel tentativo di disperderla, uccidendo o ferendo diversi manifestanti.

 

I più visti

Leggi tutto su News