Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 26 ottobre 2020 - Aggiornato alle 23:27
Live
  • 23:27 | Le cinque varianti di coronavirus trovate in Italia
  • 23:09 | Covid, Francia: "In realtà siamo a 100mila casi al giorno"
  • 23:09 | Il pareggio tra Milan e Roma (3-3)
  • 22:58 | Milan-Roma 3-3, gol e spettacolo a San Siro
  • 20:21 | Conte: 'Shakthar forte, non si vince a Madrid per caso'
  • 20:15 | TIM Super WiFi: fibra sicura e WiFi certificato
  • 19:56 | Conte spinge i suoi: “Ora Lukaku e Lautaro devono vincere”
  • 19:39 | Chi è 24kGoldn, star della hit "Mood"
  • 19:18 | Juventus vs Barcellona pure sul mercato: piace Gravenberch
  • 19:14 | Le novità dell’app per dispositivi mobili di Youtube
  • 18:56 | “Per un pugno di dollari” diventa una serie tv
  • 18:53 | MotoGP 2020, le pagelle del GP del Teruel ad Aragon
  • 18:22 | Donnarumma: 'Sto bene, chi lotta contro il virus non molli'
  • 18:19 | Su WhatsApp ora si possono silenziare le chat “per sempre”
  • 18:15 | Ryan Reynolds vota per la prima volta negli USA
  • 17:55 | Grande Fratello Vip, tre nuovi ingressi nella Casa
  • 17:45 | Pesto alla genovese
  • 17:30 | Covid-19, Italia: diminuiscono i contagi (ma anche i test)
  • 16:22 | Bonucci, escluse lesioni ma la Champions è a rischio
  • 16:15 | Stati Uniti, come si elegge il presidente
Nagorno-Karabakh, la città di Baku dopo i bombardamenti Nagorno-Karabakh, la città di Baku dopo i bombardamenti - Credit: CHINE NOUVELLE / SIPA / IPA / Fotogramma
Nagorno-Karabakh 30 settembre 2020

Armenia-Azerbaijan, la guerra continua

di Michela Cannovale

Appello dell'Onu per fermare le ostilità. Gli aiuti della Turchia agli azeri

“Aiutateci, qui è un massacro, sparano su tutto” – è l’appello, riportato da Pietro del Re di Repubblica, lanciato dalla popolazione in fuga dal Nagorno-Karabakh, regione autonoma contesa da Armenia e Azerbaijan e ora in uno stato spettrale a causa della guerra che impazza da giorni.

 

- LEGGI ANCHE: Armenia-Azerbaijan, perché si rischia (ancora) la guerra

 

Anche il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, ha lanciato un appello alle forze in campo: di “smettere immediatamente i combattimenti, ridurre le tensioni e tornare a negoziati significativi senza ritardi”.

L’appello di Guterres è stato firmato dal Consiglio di Sicurezza dell’Onu, che ora chiede lo stop immediato degli scontri.

 

Ma per il primo ministro armeno Nikol Pachinian, l’idea dei negoziati, che avverrebbero peraltro con la mediazione della Russia, è prematura. “Non è appropriato parlare di un summit Armenia-Azerbaijan-Russia mentre sono in corso scontri. Per i negoziati c'è bisogno di un'atmosfera adeguata”.


Le truppe armene non intendono fermare l’offensiva per conquistare la cittadina di Fizuli perché, ha spiegato il ministro degli Esteri armeno, “l'Azerbaijan si sta preparando ad un attacco diretto contro l'Armenia”, respingendo le accuse di Baku, capitale azera, secondo cui Erevan avrebbe bombardato per prima.

 

Inoltre, secondo l’Armenia, la Turchia, in supporto all’Azerbaijan, avrebbe già schierato migliaia di miliziani mercenari siriani (trecento circa, in base alle stime dell’Osservatorio siriano per i diritti umani), esattamente come successo in passato in Libia.

 

Il governo azero nega le accuse, ma The Guardian, che ha raccolto testimonianze in Siria, ha scritto che varie milizie siriane ribelli sarebbero pronte per partire per Baku. I combattenti sostengono di essere stati ingaggiati da una non ben identificata compagnia turca privata. Il loro reclutamento sarebbe avvenuto un mese fa. Diverse fonti dell'Esercito nazionale siriano (Sna), affermano che un primo blocco di 500 combattenti siriani è già arrivato nel Nagorno-Karabakh.

 

Il bilancio delle vittime, intanto, ha superato le centinaia ma rimane incerto in mancanza di dichiarazioni ufficiali.

Leggi tutto su News