TimGate
header.weather.state

Oggi 03 luglio 2022 - Aggiornato alle 21:00

 /    /    /  Guerra, perché Lavrov ha parlato di "ignoranza dell'Occidente"
Guerra, perché Lavrov ha parlato di "ignoranza dell'Occidente"

Sergei Lavrov, ministro degli Esteri della Russia- Credit: Ipa-Agency.net / Fotogramma

RUSSIA24 maggio 2022

Guerra, perché Lavrov ha parlato di "ignoranza dell'Occidente"

di Michela Cannovale

Per il ministro degli Esteri russo, "chi parla di sconfitta di Mosca non conosce la Storia"

Il ministro russo Sergei Lavrov è intervenuto a Mosca con un lungo discorso con cui ha cercato da un lato di fare il punto sul conflitto in atto in Ucraina e dall'altro di rincuorare i cittadini russi sulla possibilità che la guerra possa in effetti essere vinta dall'esercito del Cremlino. Il suo discorso è stato riportato per intero dalla Tass, l'agenzia di stampa russa ufficiale.

 

Ecco cosa ha detto:

 

- Innanzitutto, per il Cremlino in questo momento il vero interlocutore non è né il presidente ucraion Volodymyr Zelensky, né il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, bensì "l'Occidente" intero. E proprio all'Occidente, dunque, Lavrov ha voluto indirizzare una parte del suo messaggio.

 

- "La reazione dell'Occidente al conflitto in Ucraina - ha detto il ministro - mostra che l'unica sovranità che per esso conta è la sua."

 

- L'Occidente è colpevole di aver violato la Carta delle Nazioni Unite, "che si basa sull'uguaglianza sovrana degli Stati, mentre per loro, c'è solo la sovranità di se stessi", ha dichiarato Lavrov facendo riferimento al mancato riconoscimento della presunta sovranità di Mosca sul Donbass.  

 

- "Quando i leader occidentali affermano che la Russia deve essere sconfitta in Ucraina - ha proseguito, rivolgendosi al popolo russo - dimostrano di non conoscere la Storia. Ancora una volta stiamo vivendo un periodo del genere nella nostra Storia. Dicono che la Russia deve 'fallire', che bisogna 'sconfiggere la Russia', far sì che la Russia 'perda sul campo di battaglia'. Probabilmente i politici occidentali non studiavano bene a scuola. Traggono conclusioni sbagliate dalla loro comprensione del passato e di cosa sia la Russia".

 

- E ancora: "Assistiamo a tentativi quotidiani dei governi occidentali di giocare con espressioni di russofobia e persino con sentimenti negativi e vergognosi".

 

- Lavrov si è poi detto "preoccupato", senza però precisare se la preoccupazione riguarda quella che lui ha definito "l'ignoranza dell'Occidente" o se per la possibilità di un sconfitta militare e politica sia ad occidente che ad oriente. Come nota Rai News, infatti, la Cina non ha ancora inviato alcun tipo di aiuto a Mosca per portare avanti la guerra in Ucraina. 

 

>> SPECIALE GUERRA IN UCRAINA