TimGate
header.weather.state

Oggi 06 ottobre 2022 - Aggiornato alle 05:00

 /    /    /  'Perché ho approvato la perquisizione a casa di Trump'
'Perché ho approvato la perquisizione a casa di Trump'

- Credit: Gripas Yuri / ABACA / IPA / Fotogramma

STATI UNITI12 agosto 2022

'Perché ho approvato la perquisizione a casa di Trump'

di Michela Cannovale

Cosa ha detto il Ministro della Giustizia americano, Merrick Garland

Come spiegavamo qui, la residenza a Mar-a-Lago di Donald Trump (diventata la sua abitazione da quando l'ex presidente ha lasciato la Casa Bianca nel gennaio 2021) è stata oggetto di una perquisizione a sorpresa da parte dell'Fbi lo scorso 8 agosto. Il Tycoon ha definito la vicenda una 'strumentalizzazione della giustizia e un attacco dei democratici di sinistra radicali che disperatamente non vogliono che mi candidi alle elezioni del 2024'.

 

Il procuratore generale degli Stati Uniti Merrick Garland (la cui carica è l’equivalente del ministro della Giustizia) ha spiegato di 'aver approvato personalmente' la perquisizione in questione, difendendo l'operato degli agenti dell'Fbi che, ha precisato, sono stati 'attaccati ingiustamente' dall'ex presidente e dai Repubblicani.

 

'Non è stata una decisione presa alla leggera', ha aggiunto Garland sottolineando che è stato lo stesso Trump, 'come è suo diritto', a riferire della perquisizione effettuata nella sua abitazione. 'Molto del nostro lavoro avviene lontano dagli occhi dell'opinione pubblica per proteggere la privacy dei cittadini e l'integrità dell'indagine. Agenti e funzionari del dipartimento di Giustizia sono stati attaccati ingiustamente. Sono patrioti che si sacrificano per il bene del Paese. Sono onorato di lavorare accanto a loro', ha ribadito il procuratore generale.

 

Ancora non sono state chiarite, comunque, le ragioni che hanno portato al blitz, ma secondo il Washington Post e la Cnn sembra che l'Fbi fosse alla ricerca di alcuni documenti governativi.