Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 14 aprile 2021 - Aggiornato alle 15:20
Live
  • 14:25 | Gli italiani e la Smart Home, la casa intelligente e sostenibile
  • 15:41 | Parlar d'Arte: il museo di Lucca va online
  • 15:31 | Nel mondo vengono consumate 129 miliardi di mascherine ogni mese
  • 15:26 | "Raya e l’ultimo drago": "Scegli" è la canzone più amata del film Disney
  • 15:20 | Clima, Gurria (Ocse): Ci serve una tassa grande e grossa sul CO2
  • 15:20 | Volpino nano: caratteristiche e dimensioni
  • 15:06 | Europa-Turchia, cosa c’è dietro il sofagate
  • 15:06 | Perché i cani scodinzolano?
  • 15:00 | Anguilla ricette e idee per cucinarla
  • 14:55 | Universitiamo, la piattaforma di crowdfunding di Pavia
  • 14:00 | Meghan Markle è rimasta a casa per amore di Harry
  • 14:00 | Ramadan: come funziona in tempo di pandemia
  • 14:00 | Così l'Italia si prepara a riaprire
  • 12:30 | Leonardo Maini Barbieri, chi è l'influencer più eleganti di tutti
  • 12:30 | libreria in metallo dal design unico
  • 12:29 | Regno Unito, via ai vaccini per gli under 50
  • 12:07 | I migliori monopattini elettrici: guida alla scelta
  • 12:02 | La Juventus vuole riportare Kean a Torino
  • 12:00 | William e Kate ai figli: il bisnonno è diventato un angelo
  • 11:48 | Magrini: “Lo stop a J&J non cambia nulla”
Vaccino Pfizer contro il Covid-19 Vaccino Pfizer contro il Covid-19 - Credit: DIRK WAEM / IPA / Fotogramma
COVID-19 21 gennaio 2021

Vaccino, Pfizer assicura che le consegne torneranno al 100%

di Michela Cannovale

"I ritardi sulla consegna delle dosi saranno assorbiti entro metà febbraio"

Dopo aver annunciato che le consegne del suo vaccino contro il Covid-19 all’Europa avrebbero subito molteplici ritardi per poter incrementare la capacità di produzione del farmaco, il gruppo Pfizer ritornerà da fine gennaio ai consueti ritmi di distribuzione.

 

Ad assicurarlo è un portavoce della Commissione Europea dopo aver comunicato con l'azienda produttrice: "Questa settimana ci sono stati ritardi sulla consegna delle dosi di vaccini per tutti gli Stati membri, ma saranno assorbiti entro metà febbraio.

Dalla prossima settimana le consegne torneranno al 100% delle dosi previste settimanalmente", ha detto.

 

Crisanti: "I ritardi sono normali, nessun allarmismo"

"Di fronte all'aumentata richiesta, lo stabilimento di Pfizer è stato sotto pressione, sono in una fase di riaggiustamento, penso sia normale e che tra un po' riprenderanno le consegne nei termini previsti". È il commento di Andrea Crisanti, direttore del dipartimento di Microbiologia dell'Università di Padova, intervenuto a “Buongiorno” su Sky TG24.

 

"Se hanno rallentato qualche settimana in questa fase convulsa in cui tutti hanno chiesto più dosi, anche per i ritardi degli altri vaccini, penso sia una cosa normale. Non dobbiamo fare allarmismi ingiustificati per una o due settimane di ritardo, vediamo nel prossimo mese se questa situazione perdura", ha aggiunto.

 

- LEGGI ANCHE: Coronavirus, le ultime news in Italia e nel mondo

 

L'annuncio dei ritardi

“Pfizer e BioNTech hanno sviluppato un piano che consentirà l'aumento della capacità produttiva in Europa e fornirà un numero significativamente maggiore di dosi nel secondo trimestre. Per raggiungere questo obiettivo, si è reso necessario apportare subito alcune modifiche ai processi di produzione. Di conseguenza, il nostro stabilimento di Puurs, in Belgio, subirà una temporanea riduzione del numero di dosi che saranno recapitate nella prossima settimana”. Così si apriva la nota, datata 15 gennaio, con cui Pfizer annunciava i ritardi che poi si sono verificati. 

 

L’Italia, in particolare, ha visto diminuire del 29% la consegna delle dosi previste.

 

“Le consegne nell'Unione Europea torneranno regolari come da programma a partire dalla settimana del 25 gennaio, con un aumento a partire dalla settimana del 15 febbraio, consentendoci di consegnare le quantità di dosi di vaccino previste per il primo trimestre e un quantitativo nettamente superiore nel secondo trimestre”, aveva poi specificato l’azienda nella stessa nota.

 

• LEGGI ANCHE: 

Covid, ecco il "bugiardino" del vaccino Pfizer

Tutte le fake news sul vaccino anti-Covid

Chi ha avuto il Covid-19 deve vaccinarsi lo stesso?

I più visti

Leggi tutto su News