TimGate
header.weather.state

Oggi 02 ottobre 2022 - Aggiornato alle 18:00

 /    /    /  Le prime vittime del vaiolo delle scimmie in Europa
Le prime vittime del vaiolo delle scimmie in Europa

Un ospedale spagnolo- Credit: Martha Dominguez de Gouveia - Unsplash

SALUTE30 luglio 2022

Le prime vittime del vaiolo delle scimmie in Europa

di Silvia Marchetti

Si tratta di due cittadini spagnoli

Il virus del vaiolo delle scimmie ha fatto le sue prime vittime fuori dall'Africa, il continente da cui ha avuto origine. Dopo il decesso di un uomo di 41 anni in Brasile, è arrivata la notizia della morte di due cittadini spagnoli.

 

Il ministero spagnolo della Salute ha confermato i decessi: la notizia era stata data inizialmente dal quotidiano El Mundo. Si tratta, dunque, dei primi casi di morte per vaiolo delle scimmie in Europa.

 

La Spagna è il secondo Paese al mondo, dopo gli Stati Uniti, per numero di casi di monkeypox. Si contano, infatti, 4.298 persone infettate. Su 3.750 ammalati, 20 sono stati ricoverati e due sono deceduti. Tra gli infettati, 4.081 sono uomini e 64 sono donne, mentre di tre non è stato reso noto il sesso. Hanno un'età compresa fra 10 mesi e 88 anni, con una media di 37 anni.

 

Pochi giorni fa, a Belo Horizonte, in Brasile, era morto un uomo di 41 anni sempre a causa del vaiolo delle scimmie. Secondo il ministero della Sanità dello Stato di Minas Gerais, la vittima aveva gravi problemi al sistema immunitario e stava ricevendo un trattamento ospedaliero per altre patologie. 

 

In Brasile si sono registrati 1.066 casi di vaiolo delle scimmie, soprattutto negli Stati di San Paolo e Rio de Janeiro. Il primo caso è stato rilevato il 10 giugno scorso, in un uomo che aveva viaggiato in Europa. 

 

LEGGI ANCHE: Le cose che dovresti sapere sul vaiolo delle scimmie

E ANCHE: Vaiolo delle scimmie, San Francisco è in stato di emergenza