TimGate
header.weather.state

Oggi 17 agosto 2022 - Aggiornato alle 04:00

 /    /    /  QAnon, cosa vuol dire
Che cos'è la teoria di QAnon e perché se ne parla

Washington, l'ingresso del Capitol Building, sede del parlamento Usa- Credit: Louis Velazquez/Unsplash

ESTERI09 gennaio 2021

Che cos'è la teoria di QAnon e perché se ne parla

di Roberto Pianta

E cosa c'entra con Trump e l'assalto al Campidoglio degli ;Stati Uniti

 

QAnon è una teoria cospirazionista diffusa attraverso internet e di cui, è bene precisarlo, non esiste alcuna prova: secondo tale teoria, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, starebbe conducendo una guerra segreta, di cui tuttavia non potrebbe parlare pubblicamente.

 

La battaglia segreta sarebbe combattuta dall'amministrazione Trump contro una misteriosa setta di pedofili satanisti che da tempo si sono infiltrati nelle posizioni chiave nella politica, nell'economia e nella comunicazione mediatica statunitense e mondiale.


Trump non ha mai preso preso una posizione esplicita in favore della teoria.

Come è nata la teoria cospirazionista

Tutto è iniziato nel 2017, su internet, sulla bacheca di messaggi 4chan (un sito dove chiunque può pubblicare contenuti senza essere identificato): un utente che si firmava "Q" ha cominciato a scrivere post in cui affermava di avere informazioni riservatissime sulla politica Usa, e di volerle rivelare.

 

"Anon", nello slang di chi frequenta questo genere di siti, è un modo per indicare un utente anonimo.

 

“Q” starebbe invece per “Q-Clearance”, cioè una categoria di funzionari pubblici Usa che hanno accesso informazioni top secret, e di cui l'anonimo sostiene di fare parte.

 

Fra le prime notizie che QAnon ha dato nel 2017, c'era l'imminente arresto di Hillary Clinton (l'avversaria di Trump alle precedenti presidenziali - Clinton, come sappiamo, non è mai stata arrestata).

 

Benché non fossero suffragati da prove, i messaggi di QAnon hanno cominciato a raccogliere un notevole seguito e quindi a essere diffusi sui gruppi complottisti di social network come Facebook e YouTube.

 

I complottisti e lo "Stato Profondo"

Secondo la teoria complottista di QAnon, esisterebbe dunque un fantomatico "Deep state" ("lo Stato Profondo"), cioè un'organizzazione segreta dedita al satanismo, contro la quale l'amministrazione Trump avrebbe combattuto e dovrebbe continuarea a combattere.

 

L'obiettivo finale di Trump, secondo i complottisti, sarebbe stato dunque quello di arrestare tutti gli adepti dello Stato Profondo e spedirli "nella prigione della base militare Usa di Guantanamo, a Cuba".

 

QAnon e le elezioni Usa

I servizi giornalistici della Bbc sostengono che comunque la maggior parte degli elettori Usa non abbiano mai sentito parlare di QAnon, anche se tuttavia "decine di sostenitori di QAnon sono in corsa per le elezioni del parlamento a novembre". Alcuni, come Marjorie Taylor Greene sono state eletti, ma dopo le elezioni hanno preso le distanze.

Secondo il Corriere della Sera, il sito Qanon.pub, creato nel marzo 2018 per pubblicare i testi dei cospirazionisti, ha già 7 milioni di contatti al mese.