Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 04 marzo 2021 - Aggiornato alle 04:00
Live
  • 08:01 | Eurolega: l’Olimpia Milano cade in casa 92-100 contro il Fenerbahçe
  • 06:35 | Perché Amazon ha cambiato l’icona della sua app eliminando i “baffi”
  • 00:46 | "Nel mondo sono stati persi 112 miliardi di giorni di scuola"
  • 00:26 | Covid, per Lopalco siamo già nella terza ondata
  • 23:55 | Sanremo 2021, le pagelle della seconda serata del Festival
  • 23:26 | Microsoft Teams trasformerà gli utenti in reporter durante le riunioni
  • 23:20 | BCL: buona la prima per Holon, l'Hapoel sbanca Brindisi 85-87
  • 22:08 | EuroCup, Top 16: Trento schianta il Partizan 69-54 e continua a sperare
  • 21:14 | La fiera Art Dubai ha confermato l’edizione 2021
  • 20:50 | Fedez: la sua camicia svela l’iniziale della figlia
  • 19:11 | Angelina Jolie e l’incasso record per un quadro di Churchill
  • 19:00 | Economia, ridurre le diseguaglianze per ripartire
  • 17:30 | Covid, in Italia altri 347 morti
  • 16:47 | Il riscatto di McKennie da parte della Juve
  • 16:30 | Sanremo 2021: i look della prima serata
  • 16:15 | La Cina sempre prima al mondo per le richieste di brevetto
  • 15:45 | Sanremo 2021: gli ascolti, Elodie conduttrice e il "caso Irama"
  • 15:39 | Arancini di riso al forno
  • 15:03 | Nasce Audiovisiva, la piattaforma sui documentari della cultura italiana
  • 15:02 | Rotterdam, subito fuori Lorenzo Sonego
Presto il processo per la morte di Giulio Regeni - Credit: Luigi Mistrulli / Fotogramma
GIUSTIZIA 1 dicembre 2020

Presto il processo per la morte di Giulio Regeni

di Gianluca Cedolin

Rinviati a giudizio – che sarà in contumacia – cinque agenti dei servizi segreti egiziani

La procura di Roma si prepara a processare i cinque agenti dei servizi segreti egiziani accusati di aver sequestrato Giulio Regeni, il ricercatore italiano ucciso al Cairo nel febbraio del 2016.

Lo farà, però, senza la piena collaborazione dell’Egitto: il procuratore generale del Cairo Hamada Al Sawi ha detto di non voler rispondere alla rogatoria con la quale un anno fa l’Italia chiedeva di riscontrare delle dichiarazioni di alcuni testimoni (perché incastrerebbero gli apparati di governo di Al Sisi, scrive La Repubblica). L’Egitto non darà nemmeno il domicilio dei cinque agenti rinviati a giudizio, e l’Italia non potrà quindi notificare loro gli atti.

 

Dal Cairo parlano di “riserve sulla solidità del quadro probatorio”, anche se dichiarano che accetteranno le decisione assunte dalla procura di Roma, cosa che l’Italia non si è invece impegnata a fare nel contro-processo organizzato in Egitto. Qui infatti processeranno dei sospetti ladri degli effetti personali di Regeni, poi uccisi dalla polizia egiziana: una storia già definita dagli inquirenti italiani assolutamente non attendibile.

 

“È evidente che le strade tra le due procure non sono mai state così divise. Se da un lato apprezziamo la risoluta determinazione dei nostra procuratori che hanno saputo concludere le indagini, senza farsi fiaccare né confondere dai numerosi tentativi di depistaggio egiziane, d’altra parte non possiamo che stigmatizzare una volta di più la costante e plateale assenza di collaborazione da parte del regime”, hanno detto i genitori di Giulio, Paola e Claudio.

I più visti

Leggi tutto su News