Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 27 luglio 2021 - Aggiornato alle 15:00
Live
  • 14:35 | Camila Giorgi non si ferma più: è ai quarti di finale!
  • 14:14 | Covid, così aumenta il rischio per i non vaccinati
  • 13:55 | In che senso le due Coree hanno ripreso a parlarsi
  • 13:41 | Scuola, l'obbligo vaccinale è sempre più verosimile
  • 13:04 | Ancora un successo per le azzurre del volley
  • 11:49 | Lazio, c’è l’autocandidatura di Shaqiri
  • 11:30 | La concorrenza nei servizi pubblici: ancora una riforma del governo Draghi
  • 11:13 | Caos Tunisia, il presidente Saied: 'Questo non è colpo di Stato'
  • 10:15 | Pallanuoto, grande rimonta del Settebello con la Grecia
  • 10:09 | Pellegrini nella storia: quinta finale olimpica come Phelps
  • 10:03 | Naomi Osaka perde a sorpresa, eliminata dalle Olimpiadi
  • 01:00 | I vaccini obbligatori per i docenti e le altre notizie sulle prime pagine
  • 22:10 | Aperta la Bourse de Commerce - Collection François Pinault a Parigi
  • 20:30 | Covid, i dati del 26 luglio: il tasso di positività è al 3,5%
  • 20:02 | Tunisia, il Parlamento: le decisioni del presidente sono 'nulle'
  • 18:43 | Scherma: chi è Daniele Garozzo, medaglia d’argento nel fioretto
  • 17:20 | Francia, i vaccini obbligatori per il personale sanitario
  • 16:20 | Perché in Tunisia è stato sospeso il Parlamento
  • 15:37 | Basket, Doncic incanta subito, 48 punti e Argentina stesa 118-100
  • 15:11 | L'obiettivo del 60% di vaccinati entro fine luglio
Nel Regno Unito slitta di un mese il “liberi tutti” Il premier britannico, Boris Johnson - Credit: Zuma / SplashNews.Com / IPA / Fotogramma
PER LA VARIANTE DELTA 15 giugno 2021

Nel Regno Unito slitta di un mese il “liberi tutti”

di Gianluca Cedolin

La fine delle restrizioni posticipata al 19 luglio

La data era cerchiata sul calendario da mesi: il 21 giugno doveva essere il giorno in cui tutte le restrizioni rimanenti nel Regno Unito sarebbero cadute e sarebbe arrivato il liberi tutti.

E invece, l’aumento dei casi dovuto alla variante Delta (ex indiana), molto contagiosa, ha costretto il premier Boris Johnson a posticipare di un mese (per ora) il fatidico giorno. Il 19 luglio, quindi, diventa il nuovo giorno che tutti i britannici attenderanno.

 

I dati parlano chiaro: nonostante i quasi 72 milioni di dosi somministrate (pari al 105 per cento della popolazione), nell’ultima settimana i nuovi casi hanno avuto un incremento del 46 per cento. Ieri sono stati quasi 8mila, se dovesse continuare il trend, viste le restrizioni comunque non severe, entro il 21 giugno arriveranno a 15mila al giorno.

 

Per questo, Downing street punta su un’ulteriore accelerata nella campagna vaccinale (i vaccini sono efficaci contro la variante Delta, fortunatamente) e chiede ai cittadini ancora pazienza. Dal 21 giugno sarebbe dovuto cadere il limite di sei persone per i ritrovi privati e quello della capienza ridotta per musei, cinema, teatri e pub. Johnson ha scelto di dare lo stesso il via libera, dal 21 giugno, ai matrimoni e ai funerali con oltre 30 persone, sempre a patto di rispettare il distanziamento sociale.

I più visti

Leggi tutto su News