Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 04 dicembre 2020 - Aggiornato alle 22:00
Live
  • 14:45 | Addio al penultimo cane della regina Elisabetta
  • 21:04 | Prandelli, tre test negativi, può tornare ad allenare
  • 20:35 | Australian Open, nuovo inizio fissato per l’8 febbraio
  • 19:59 | MotoGP: Marquez operato per la terza volta, 2021 a rischio
  • 19:56 | Leclerc scommette su Russel in Bahrein
  • 19:27 | Biden e "i primi 100 giorni di mandato con la mascherina"
  • 18:48 | “Penguin Bloom”, l’atteso nuovo film targato Netflix
  • 18:30 | La regina Elisabetta e i furti dell’assistente
  • 18:15 | Sale e streaming: la nuova strategia della Warner Bros
  • 18:10 | Mariah Carey "salva" il Natale e canta "Oh Santa!" con Ariana Grande
  • 18:05 | Milan, tegola Kjaer: lesione al muscolo retto femorale
  • 18:03 | Giampaolo: 'Nel derby serve cuore e organizzazione'
  • 17:36 | I sacerdoti di Napoli: no allo stadio dedicato a Maradona
  • 17:35 | Torta salata con radici
  • 17:30 | Covid-19, Italia: 814 decessi in 24 ore
  • 16:47 | "AHIA!", il nuovo disco dei Pinguini Tattici Nucleari è su TIMMUSIC
  • 16:45 | L’anello di fidanzamento di Gwen Stefani
  • 16:37 | Inzaghi: 'Concentrazione alta anche contro lo Spezia'
  • 16:26 | Economia, nell’anno del Covid-19 Pil italiano a – 8,9%
  • 16:14 | Zidane non si spaventa: 'Sento il sostegno del club'
La guerra del riso basmati tra India e Pakistan - Credit: Pixabay
ASIA 30 ottobre 2020

La guerra del riso basmati tra India e Pakistan

di Michela Cannovale

Islamabad ha due mesi di tempo per presentare la sua obiezione all’Unione europea

Un’altra questione si è aggiunta alle rivalità fra India e Pakistan: il riso basmati.

Le tensioni sono cominciate quando Nuova Delhi ha chiesto all’Unione europea di riconoscere il basmati come prodotto con denominazione di origine protetta esclusivamente indiana. Un’opzione che per il governo pakistano non è ammissibile.

 

Ad oggi, circa due terzi delle importazioni di basmati in Europa provengono dall'India. Un terzo arriva invece dal Pakistan. Le esportazioni pakistane, tuttavia, sono più che raddoppiate negli ultimi tre anni, passando da 120mila tonnellate nel 2017 a 300mila tonnellate nel 2019 (dati della Commissione Europea). Dall’altro lato, le esportazioni indiane hanno subito un calo a causa del mancato rispetto degli standard sempre più severi dell'Ue sull'utilizzo dei pesticidi.

 

Se l’Ue riconoscesse unicamente al basmati indiano lo status denominazione di origine protetta, per gli esportatori pakistani sarebbe un colpo duro, durissimo.

 

L’etichetta DOP, infatti, permette di contrassegnare un prodotto in base alla sua “qualità, reputazione e caratteristiche relative al suo luogo di origine”. In Europa, vantano questo status prodotti come il prosciutto di Parma, lo Champagne o il Formaggio Stilton – e questo permette ai produttori delle rispettive regioni di guadagnare di più dalla vendita della loro merce “tipicamente locale”.

 

- LEGGI ANCHE: Perché in Pakistan si può (di nuovo) usare TikTok

- E ANCHE: Pakistan, il 40% dei piloti d'aereo non è abilitato

 

Dopo le richieste di Nuova Delhi, il segretario al commercio del Pakistan, il presidente dell'Organizzazione per la Proprietà Intellettuale, i rappresentanti dell'Associazione degli esportatori di riso ed i legali del governo si sono riuniti in un vertice d’emergenza.

 

Abdul Razak Dawood, consigliere del primo ministro pakistano Imran Khan, ha poi fatto sapere che la richiesta indiana verrà “fortemente contrastata”. Ore Islamabad ha tempo fino a dicembre per presentare un'obiezione formale all’Unione europea.

 

- LEGGI ANCHE: India, Modi: "Contro il coronavirus? Lo yoga"

I più visti

Leggi tutto su News