TimGate
header.weather.state

Oggi 04 ottobre 2022 - Aggiornato alle 14:33

 /    /    /  La risposta della Cina alla visita di Pelosi a Taiwan
La risposta della Cina alla visita di Pelosi a Taiwan

- Credit: Zuma / SplashNews.Com / Ipa-Agency.Net / Fotogramma

TENSIONE CON GLI USA04 agosto 2022

La risposta della Cina alla visita di Pelosi a Taiwan

di Gianluca Cedolin

Con le più grandi esercitazioni militari di sempre intorno all'isola

Non si è fatta attendere la risposta della Cina alla visita diplomatica della speaker della Camera dei rappresentanti statunitense Nancy Pelosi a Taiwan, ritenuta da Pechino un affronto e una provocazione. Da anni infatti la Cina considera Taiwan, uno stato insulare indipendente, un suo possedimento, e non avvia relazioni diplomatiche con chi ha rapporti formali con l'isola. Per questo, sin dall'arrivo di Pelosi a Taiwan, Pechino ha risposto intensificando le operazioni militari intorno all'isola.

 

Come scrive RaiNews, l'Esercito popolare di liberazione cinese ha di fatto circondato Taiwan, in un'esercitazione militare congiunta dell'Aeronautica e della Marina che non ha precedenti. Fino a domenica lo spazio aereo e marittimo intorno a Taiwan sarà di fatto chiuso. Dieci navi e alcuni jet cinesi hanno già compiuto alcune incursioni, attraversando la linea mediana dello stretto.

 

Il ministro degli Esteri cinesi Wang Yi ha definito le azioni statunitensi 'maniacali, irresponsabili, estremamente irrazionali', si legge sempre su RaiNews, dicendo che la Cina 'non permetterà mai che i suoi interessi fondamentali vengano danneggiati'.