TimGate
header.weather.state

Oggi 04 luglio 2022 - Aggiornato alle 08:00

 /    /    /  La guerra in Ucraina: i russi in gravi difficoltà a Kharkiv
La guerra in Ucraina: i russi in gravi difficoltà a Kharkiv

i guai dell'esercito di putin16 maggio 2022

La guerra in Ucraina: i russi in gravi difficoltà a Kharkiv

di Carlo Savelli

Dal fronte si segnalano però forti bombardamenti degli aggressori su Severodonetsk, nel Donbass, la città più a est ancora nelle mani di Kiev

Il governatore della regione di Kharkiv ha confermato lunedì che diversi reparti  ucraini avrebbero raggiunto il confine con la Russia.
Secondo l’agenzia Reuters però, ancora lunedì mattina, la notizia non era ancora stata verificata.
Bbc comunque sottolinea che se dovesse essere confermata significherebbe che la controffensiva ucraina sta avendo un crescente successo. Ciò in un contesto nel quale i vari osservatori militari occidentali descrivevano una situazione di stallo.
Gli ucraini hanno comunque diffuso un breve video nel quale si vedono militari di Kiev in un luogo che appare un posto di confine e che sarebbe la prova dell'avvenuta riconquista di quella parte del paese.
Daniele Raineri su Repubblica di lunedì ha scritto un reportage dalla zona di Kharkiv confermando dal terreno di battaglia i segni della controffensiva, almeno fino al fiume Seversky Donetsk, non lontano dal confine russo.
Lunedì, secondo il Guardian, gli sforzi russi sembrano concentrarsi su Severodonetsk nella parte orientale del Donbass, la città più a est ancora nelle mani degli ucraini.
LEGGI ANCHE:
>>SPECIALE GUERRA IN UCRAINA
>>Ucraina, le difficoltà dell'esercito russo
>>Trattative fra ufficiali ucraini e russi: cosa sappiamo

La Russia ha perso un terzo delle forze usate per l’invasione

L’intelligence britannica, riporta il Guardian, ha rivelato invece che la Russia potrebbe aver perso un terzo delle forze usate per l’invasione dell’Ucraina, con più di 400 morti e feriti stimati solo settimana scorsa, nel tentativo di attraversare il fiume Donetsk. L’offensiva russa ha perso slancio e il piano di battaglia appare sensibilmente in ritardo rispetto alla programmazione.

I combattimenti più intensi si starebbero concentrando sulla città, in mano russa, di Izium. Se le forze ucraine riuscissero a mantenere la pressione sulla città e sulle linee di rifornimento russe, allora potrebbero riuscire a impedire ai russi di accerchiarle nel Donbass.

L’esercito ucraino ha ammesso però anche delle sconfitte, dichiarando che le forze russe continuano ad avanzare in diverse aree del Donbass. Inoltre non ci sono state interruzioni nei bombardamenti russi sulla Azovstal, l’acciaieria di Mariupol dove qualche centinaio di combattenti ucraini stanno continuando a combattere nonostante la città sia ormai sotto controllo russo.