Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 30 settembre 2020 - Aggiornato alle 22:00
Live
  • 00:03 | Roland Garros, con Berrettini 9 azzurri al secondo turno
  • 21:00 | Coronavirus: il punto sulla pandemia
  • 20:56 | Il 40% della flora mondiale è a rischio di estinzione
  • 20:52 | Calcio, Genoa, salgono a 15 i positivi al Covid
  • 20:48 | Le certezze dell’Inter dopo il 5-2 al Benevento
  • 20:00 | WhatsApp: come avere un suono di notifica diverso per un contatto
  • 19:55 | Le accuse di Netanyahu a Hezbollah: "Un deposito di armi a Beirut"
  • 19:54 | Inter a valanga a Benevento, colpo Spezia a Udine
  • 19:37 | Google Meet, chiamate gratuite senza limiti di tempo fino a marzo 2021
  • 19:16 | Twitter: tweet vocali disponibili per Android e Web nel 2021
  • 19:15 | Shannen Doherty e il suo amore per la vita
  • 18:47 | NBA: il programma delle Finals 2020 tra Los Angeles Lakers e Miami Heat
  • 18:40 | Napoli, tutti negativi i test effettuati
  • 18:09 | Random dedica "Ritornerai 2" a una ragazza speciale
  • 17:56 | “Mank”, l’atteso nuovo film di David Fincher
  • 17:55 | MotoGP, Francesco Bagnaia passerà alla Ducati ufficiale nel 2021
  • 17:37 | Zendaya girerà un biopic su Ronnie Spector
  • 17:35 | Patate dolci al forno, fritte o in padella
  • 17:30 | Le idee del governo per l'economia italiana
  • 17:30 | Meghan Markle perde ancora contro il "Daily Mail"
Russiagate, chi è la talpa della Cia identificata dai media russi
RUSSIA 11 settembre 2019

Russiagate, chi è la talpa della Cia identificata dai media russi

di mc

Sarebbe scomparso nel 2017, ma dal Cremlino dicono: "non lavorava per noi"

Si chiamerebbe Oleg Smolenkov la talpa russa al servizio della Cia esfiltrata dagli Usa nel 2017, per timore che venisse scoperta in seguito ai frequenti contatti tra l'amministrazione Trump e i russi.

L'identificazione è frutto di ricostruzioni giornalistiche, non quindi effettuate dai servizi segreti, ma, intanto, l'amministrazione presidenziale russa ha voluto precisare che "Smolenkov non era un collaboratore del dipartimento per gli affari presidenziali".

 

- LEGGI ANCHE: "Un agente della Cia avrebbe avuto un ruolo chiave nel Russiagate"

 

L'identificazione di Smolenkov, fino alla perdita delle tracce

- Alla presunta identificazione dell'agente russo infiltrato nell'entourage putiniano è arrivato per primo il canale Telegram Ruthless PR, partendo dal fatto che a settembre 2017 il sito russo di notizie Daily Storm aveva pubblicato una nota sulla scomparsa di Smolenkov.

- L'uomo avrebbe lavorato prima presso l'ambasciata russa negli Usa, poi nell'apparato governativo russo.

- Il funzionario avrebbe fatto perdere le sue tracce a giugno 2017, durante una vacanza in Montenegro con la moglie e i loro tre figli.

- Un mese prima c'era stato il noto incontro nell'Oval Office tra il presidente americano Donald Trump, il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov e l'allora ambasciatore russo negli Usa Sergey Kislyak.

- Secondo il canale Telegram russo, l'agente americano sarebbe stato richiamato su sua richiesta, perché "qualcosa cominciava a bruciare sotto la sua poltrona", ovvero perché temeva che dai contatti tra la nuova amministrazione americana e i russi si potesse arrivare alla sua identificazione.

 

"Uno dei migliori"

La Cnn, che ha lanciato la notizia dell'esfiltrazione, ha definito l'agente ritirato dalla Russia "uno degli informatori con posizione più alta in seno alla dirigenza russa". Secondo alcuni media russi, avrebbe lavorato nella squadra di Yuri Ushakov, diplomatico di lungo corso, de facto il consigliere diplomatico del presidente russo Putin.

 

Rientrato negli Usa, la talpa russa avrebbe acquistato una casa da un milione di dollari in Virginia.

 

- LEGGI ANCHE: Russiagate, cosa dice (veramente) il rapporto Mueller

 

(Foto: Aska)

Leggi tutto su News