TimGate
header.weather.state

Oggi 14 agosto 2022 - Aggiornato alle 23:16

 /    /    /  Cosa sappiamo sulla sparatoria di Chicago del 4 luglio
Cosa sappiamo sulla sparatoria di Chicago del 4 luglio

Highland Park, Chicago, Illinois- Credit: CHINE NOUVELLE/SIPA / Ipa-Agencynet / Fotogramma

STATI UNITI05 luglio 2022

Cosa sappiamo sulla sparatoria di Chicago del 4 luglio

di Michela Cannovale

Sei i morti, oltre trenta i feriti. È successo durante la parata per l'Independence Day

Ecco cosa sappiamo sulla sparatoria avvenuta il 4 luglio a Chicago, negli Stati Uniti:

 

- L'assalto è stato registrato a Highland Park, nell'area nord di Chicago, durante la parata del 4 luglio, festa dell'Indipendenza americana;

 

- La parata era iniziata alle 10 delmattino, ma è stata interrotta circa 10 minuti dopo, quando sono stati uditi i primi spari;

 

- Almeno sei persone sono state uccise ed oltre trenta sono rimaste ferite (sono 31 quelle trasportate in ospedale);

 

- Il sospettato è stato prima indentificato e poi arrestato diverse ore dopo la strage nei pressi di Lake Forest: è il 22enne Robert E. Crimo, noto anche come 'Bobby'.

 

- Come si legge sull'Ansa, di lui al momento si sa solo quello che appare sui social media: rapper con lo pseudonimo Awake, diversi tatuaggi sul viso e sul collo, abitante di Chicago. In una foto del suo profilo Facebook, ora oscurato ma rilanciato da molti utenti di Twitter, il giovane appare con un elmetto e una piccola telecamera in testa e il volto coperto. Sempre sulla sua pagina compare un'immagine di una manifestazione del Patriot Front, un'organizzazione suprematista bianca.

 

- Secondo quanto reso noto dalla ABC, Bobby ha sparato sulla folla della parata dal tetto di un edificio con un fucile che è stato ritrovato sulla scena del crimine.

 

- Il commento del presidente USA Joe Biden è stato: 'Io e Jill siamo scioccati da questo atto di violenza senza senso che ha portato l'ennesimo dolore alla comunità americana nel giorno dell'indipendenza. Di recente ho firmato la prima grande legge bipartisan su una riforma delle armi in quasi trent'anni che prevede azioni che salveranno vite. C'è ancora molto lavoro da fare e non rinuncerò a combattere questa epidemia della violenza delle armi'.