Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 05 agosto 2020 - Aggiornato alle 12:32
Live
  • 12:25 | Snapchat permetterà di aggiungere musica ai video, come TikTok
  • 12:20 | Leclerc guarda avanti: “Lavoriamo per un nuovo ciclo Ferrari”
  • 12:20 | Come avere giga illimitati gratis con TIM UNICA
  • 12:04 | Addio a Sergio Zavoli, giornalista e scrittore
  • 11:54 | Railway Empire - Complete Collection in uscita il 7 agosto
  • 11:50 | Il climatizzatore perfetto per una casa di design
  • 11:45 | Whatsapp aiuterà gli utenti "smontare" le bufale virali
  • 11:37 | Conte: "Ecco le regole per ripartire davvero"
  • 10:00 | Zuppa di erbe miste
  • 09:30 | Nba, Doncic guida i Mavs al successo sui Kings, Celtics ko con Miami
  • 09:00 | I giornali di mercoledì 5 agosto
  • 09:00 | Chi è Valentina Sampaio, la modella transgender
  • 09:00 | Chi è il nuovo fidanzato di Belen
  • 09:00 | Chi è Lucio Leoni, l’intervista al cantante
  • 09:00 | I regali per gli amanti del vino, idee e consigli
  • 09:00 | Tutto sul Palio di Siena
  • 09:00 | Kukua: l'app che sconfiggerà l’analfabetismo in Africa?
  • 09:00 | Animali protetti in Italia, quali sono
  • 09:00 | Com'è nato l'universo? Le altre ipotesi
  • 08:35 | “Mulan”, niente cinema arriverà in streaming
Studenti a Bangkok, Thailandia Studenti a Bangkok, Thailandia - Credit: Adisorn Chabsungnoen / SO/SIPA / IPA / Fotogramma.jpg
ASIA 14 luglio 2020

Thailandia, la rivolta degli studenti al rito della prostrazione

di Michela Cannovale

"#AbolishProstration: è un'usanza disumana e ci espone al coronavirus"

C’è una pratica in Thailandia che obbliga gli studenti a strisciare a terra al cospetto dei loro “superiori”.

 

Breve storia della prostrazione in Asia

Il rituale in realtà esisteva un tempo in tutta l’Asia: ci si prostrava ai piedi di re, nobili e in generale di chiunque venisse considerato di status superiore.

L’usanza è scomparsa poi con l’avvento delle democrazie moderne. In Thailandia è stato abolita 150 anni fa, salvo poi ritornare in auge nel 1957 per decisione di un generale golpista: da allora, sudditi, cortigiani e funzionari hanno ripreso a prostrarsi al cospetto del re Maha Vajiralongkorn e della regina.

 

Dal 2013, poi, la prostrazione è stata adottata anche nelle scuole: gli studenti devono inchinarsi davanti a presidi e insegnanti in occasione delle cosiddette “cerimonie di ringraziamento per l’educazione ricevuta”.

 

La rivolta sui social network

Ultimamente, tuttavia, un gruppo di studenti ed ex diplomati della scuola superiore Bodindecha, a Bangkok, ha cominciato a protestare contro l’usanza della prostrazione (attraverso una petizione firmata per il momento da 1.200 persone). La campagna è stata estesa anche ai social media con l’hashtag #AbolishProstration.

 

E il coronavirus questa volta ha giocato a favore: visto che, per inchinarsi, i ragazzi devono allungarsi a terra molto vicini gli uni agli altri, aumentando così il rischio di contagio, la rivolta sta avendo grande risonanza nel Paese, ma anche fuori dal Paese.

 

Il manifesto dei “ribelli” dice chiaramente che la prostrazione deve essere eliminata in quanto obbliga i ragazzi ad “un contatto fisico diretto con il terreno, fonte di germi e polvere”. “Esistono altri modi – si legge nella petizione – per mostrare rispetto senza opprimere gli studenti. L’atto della prostrazione disumanizza gli alunni”.

Non si sa ancora se le richieste degli studenti verranno accolte. Per ora, comunque, nonostante le leggi thailandesi vietino di contestare in pubblico le regole del palazzo reale, nessun organismo istituzionale né il governo (guidato dall’ex militare Prayut Chan-o-cha) hanno finora preso provvedimenti contro la Bodindecha.

Leggi tutto su News