Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 22 ottobre 2020 - Aggiornato alle 06:00
Live
  • 23:03 | Champions, Fantastica Atalanta, 4-0 in Danimarca
  • 22:58 | Champions, il Bayern strapazza l'Atletico, ok City e Liverpool
  • 20:58 | Champions, flop Real, battuto in casa 3-2 dallo Shakhtar
  • 20:15 | TIM Super WiFi: fibra sicura e WiFi certificato
  • 19:50 | Pioli: 'Ci teniamo a cominciare bene l'Europa League
  • 19:48 | Juventus, Chiellini, nessuna lesione muscolare
  • 19:15 | Lady Gaga ha lanciato il face tattoo
  • 18:15 | "L'ultima volta" di Emis Killa, Jake La Furia e Massimo Pericolo
  • 18:08 | Un racconto fotografico per la regina Elisabetta
  • 18:00 | Covid-19, Italia: 15.199 nuovi contagi in 24 ore
  • 17:53 | Le Storie di LinkedIn disponibili anche in Italia
  • 17:24 | Twitter ha cambiato i retweet negli Usa in vista delle elezioni
  • 17:18 | Fonseca: 'Con lo Young Boys tanto turnover'
  • 17:18 | Sanremo 2021, pioggia di novità (e spunta il nome di Morgan)
  • 17:04 | Inter, Achraf Hakimi positivo al covid, salta il Borussia
  • 16:54 | Antigenico, molecolare, faringeo, salivare: le differenze fra i test
  • 16:50 | Tenere aperte le finestre aiuta davvero a disperdere il virus
  • 16:49 | La playlist di TIMMUSIC con le più grandi hit del millennio
  • 16:45 | L'inquinamento ha ucciso 500mila neonati in un anno
  • 16:41 | Spazio, la sonda Nasa è atterrata sull'asteroide Bennu
Barcellona, Quim Torra, presidente della Catalogna, lascia piazza Sant Jaumes dopo la condanna della Corte suprema Barcellona, Quim Torra, presidente della Catalogna, lascia piazza Sant Jaumes dopo la condanna della Corte suprema - Credit: Paco Freire / SOPA Images / IPA / Fotogramma
SPAGNA 29 settembre 2020

Perché il presidente della Catalogna è stato rimosso dal suo incarico

di Michela Cannovale

Accusato di “disobbedienza” per dei nastri gialli. La Corte suprema ha confermato l’interdizione

Il presidente della Generalitat catalana Quim Torra è accusato di “disobbedienza” dopo essersi rifiutato di rimuovere gli striscioni a sostegno degli indipendentisti in carcere durante il periodo elettorale, prima delle elezioni del 28 aprile 2019.

È questo il motivo che ha portato la Corte suprema spagnola a rimuoverlo dall’incarico di presidente condannandolo all’interdizione da qualsiasi carica pubblica per il prossimo anno e mezzo, imponendogli inoltre il pagamento di una multa di 30mila euro.

 

Reiterata e caparbia disobbedienza agli ordini ripetuti di un organo costituzionale la cui funzione è garantire la trasparenza e la legalità dei processi elettorali e che esige la neutralità dei poteri e delle amministrazioni pubbliche”: queste le motivazioni addotte dalla Corte per la condanna di Torra, il quale si è “ostinatamente” rifiutato di ritirare i nastri gialli simbolo di solidarietà nei confronti degli indipendentisti catalani e del suo predecessore, Carles Puigdemont, fuggito in Belgio per evitare l’arresto di Madrid.

 

- LEGGI ANCHE: Catalogna, la condanna al carcere dei leader indipendentisti

 

La sentenza, approvata all’unanimità, ha respinto così l’appello di Torra alla “libertà d’espressione”, e ora rischia di portare la Catalogna alla fine anticipata della legislatura, con le elezioni che potrebbero tenersi già all’inizio del 2021.

 

Fino ad allora sarà Pere Aragonés, il numero due della Generalitat, a guidare la Regione, assumendo automaticamente il ruolo di presidente a seguito della rimozione di Torra dall'incarico.

 

- LEGGI ANCHE: Catalogna, il presidente Torra dopo le proteste di ottobre 2019: Sanchez fissi i negoziati

Leggi tutto su News