Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 21 aprile 2021 - Aggiornato alle 13:15
Live
  • 14:00 | Le grandi mostre che riaprono il 26 aprile
  • 13:45 | “E dentro sono blu” è il nuovo singolo di Francesco Arpino, l’intervista
  • 13:44 | Covid, quali paesi hanno applicato il coprifuoco
  • 13:15 | Quali sono gli stili di arredo più amati
  • 12:48 | Deddy, inediti e testi del cantante di Amici 20
  • 12:38 | Coltivazione della soia e impatto ambientale, cosa dobbiamo sapere
  • 12:25 | Quali sono gli uccelli più rari?
  • 12:15 | La Cappella degli Scrovegni su Haltadefinizione
  • 12:14 | Setter irlandese: info e carattere di questa razza
  • 12:10 | Tutto su "Anna", la serie tv di Niccolò Ammaniti
  • 12:04 | 5 curiosità su Napoleone Bonaparte
  • 11:34 | Catherine Zeta-Jones e Michael Douglas festeggiano la figlia
  • 11:29 | Usa, condannato l'agente che uccise George Floyd
  • 11:18 | Il Borussia Dortmund vuole André Silva
  • 11:15 | Barbabietola al forno per un contorno light
  • 11:05 | L’ok dell’Ema al vaccino Johnson&Johnson
  • 11:02 | Facebook: ecco le Live Audio Room per sfidare Clubhouse
  • 10:49 | La vittoria della Fiorentina a Verona
  • 10:31 | Da maggio studenti in classe al 60 per cento
  • 09:51 | Buon compleanno alla regina Elisabetta II
Le donne europee e la trasparenza salariale - Credit: brucemars/Unsplash
8 marzo e lavoro 8 marzo 2021

Le donne europee e la trasparenza salariale

di Luigi Gavazzi

La Commissione von der Leyen lavora a una direttiva per l’uguaglianza

La Commissione europea lavora a una direttiva da sottoporre al Parlamento europeo per la trasparenza salariale che permetta a tutte le donne e alle istituzioni di contrastare le discriminazioni di genere nella remunerazione del lavoro. 

Uguale lavoro, salario uguale

La presidente della Commissione, Ursula von der Leyen ha affermato la scorsa settimana che “un uguale lavoro richiede un salario uguale e perché ci sia uguale salario c’è bisogno di trasparenza”.

Le donne, ha aggiunto von der Leyen, devono conoscere se il loro datore di lavoro le tratta con giustizia e se non è il caso devono avere il potere di lottare e ottenere ciò a cui hanno diritto”.

 

 

Leggi anche: L'occupazione femminile è calata in sei mesi del 4,1% ••• La crisi del lavoro nell'anno del Covid ••• Riduzione delle diseguaglianze per ripartire

 

Due anni per recepire la direttiva

Una volta approvata dal Parlamento europeo, gli stati membri avranno due anni per trasporre nei rispettivi sistemi di diritto nazionali le misure contenute. Oltre alla trasparenza, queste ultime prevedono che sia agevolato l’accesso alla giustizia per le donne discriminate nei salari.

L’uguaglianza nel diritto dell’Unione

La direttiva rientra nel quadro della cosiddetta Gender Equality Strategy, un programma che va dal 2020 al 2025. Come ricorda Anna Maria Merlo sul Manifesto del 7 marzo 2021, l’eguaglianza tra uomini e donne  è un principio presente nei Trattati dell’Unione (articolo 157) ed è stato oggetto di una raccomandazione del 2014.

Se prendiamo i dati dell’intera Unione europea, tale uguaglianza sul lavoro è però ben lontana (i dati sono tutti pre Covid):

–ci sono 11,7 punti percentuali di differenza nel tasso di occupazione in Europa a favore degli uomini;

–salari: il gap è del 14,8% ed è cambiato poco negli ultimi 10 anni;

–poi c’è il cosiddetto “soffitto di vetro”: meno del 10% degli amministratori delegati delle grandi aziende  sono donne e tra i manager gli stipendi delle donne sono del 23% inferiori.

I più visti

Leggi tutto su News