Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 27 luglio 2021 - Aggiornato alle 12:14
Live
  • 11:49 | Lazio, c’è l’autocandidatura di Shaqiri
  • 11:30 | La concorrenza nei servizi pubblici: ancora una riforma del governo Draghi
  • 10:15 | Pallanuoto, grande rimonta del Settebello con la Grecia
  • 10:09 | Pellegrini nella storia: quinta finale olimpica come Phelps
  • 10:03 | Naomi Osaka perde a sorpresa, eliminata dalle Olimpiadi
  • 01:00 | I vaccini obbligatori per i docenti e le altre notizie sulle prime pagine
  • 22:10 | Aperta la Bourse de Commerce - Collection François Pinault a Parigi
  • 20:30 | Covid, i dati del 26 luglio: il tasso di positività è al 3,5%
  • 20:02 | Tunisia, il Parlamento: le decisioni del presidente sono 'nulle'
  • 18:43 | Scherma: chi è Daniele Garozzo, medaglia d’argento nel fioretto
  • 17:20 | Francia, i vaccini obbligatori per il personale sanitario
  • 16:20 | Perché in Tunisia è stato sospeso il Parlamento
  • 15:37 | Basket, Doncic incanta subito, 48 punti e Argentina stesa 118-100
  • 15:11 | L'obiettivo del 60% di vaccinati entro fine luglio
  • 13:58 | Gli incendi che devastano la Sardegna
  • 11:11 | Napoli, Vecino per sostituire l’infortunato Demme
  • 10:46 | L’Italia del volley maschile cede 3-0 alla Polonia
  • 10:38 | Tennis, Fognini e Giorgi conquistano gli ottavi di finale
  • 10:19 | Nuoto da medaglia: staffetta d’argento, Martinenghi di bronzo
  • 10:06 | Kessie giura amore eterno al Milan
L'improbabile rimonta di Trump su Biden Joe Biden con la moglie Jill alla Convention democratica, agosto 2020 - Credit: Democratic National Convention Via CNP / IPA / Fotogramma
usa 2020 1 settembre 2020

L'improbabile rimonta di Trump su Biden

di Luigi Gavazzi

Perché i commentatori politici tendono a sopravvalutare le probabilità di rielezione

La corsa alla Casa Bianca è tutt’altro che decisa, anche se Joe Biden, lo sfidante democratico di Donald Trump, conserva un buon vantaggio nei sondaggi, anche dopo le convention, che in genere alzano di qualche punto percentuale la posizione dei presidenti in carica.
I numeri dei sondaggi non sembrano quindi, almeno per ora, sostenere la tesi che circola in alcuni pareri dei notisti politici, anche italiani, di un Trump in netta ripresa.

Al 31 agosto, la media dei polls stilata da Fivethirtyeight assegna a Biden ancora il 50,2% e a Trump il 42,2%.

I fattori a favore di Trump

Perché allora gli opinionisti sembrano discostarsi dai dati dei sondaggi così tanto?
Sono almeno quattro i motivi.

Il precedente del 2016

Il primo motivo è il precedente del 2016 e si basa su un forte scetticismo sulla capacità predittiva dei sondaggi. È importante ricordare, dicono costoro, quanto fossero certi i pollster dei dati relativi alla sfida Clinton – Trump del 2016, che davano la democratica un vantaggio giudicato sicuro e come poi il risultato venne ribaltato.
A questo si può rispondere: 1 – che gli istituti di sondaggio hanno fatto tesoro di quell’esperienza e stanno correggendo i difetti dei modelli; 2 – che allora l’errore fondamentale fu di sbagliare o di sottovalutare le incertezze in alcuni stati in bilico, che poi si rivelarono decisivi. Infatti a livello nazionale le previsioni sul vantaggio di Clinton furono confermate (la democratica ottenne più di due milioni di voti in più rispetto a Trump). Imprevista fu la distribuzione in alcuni Stati di questo voto.
Quest’anno, si diceva, i sondaggisti sono corsi ai ripari e le previsioni si basano su modelli più sofisticati che tengono conto sempre dei collegi elettorali (i grandi elettori che vengono scelti per eleggere formalmente il presidente: per chiarimenti si legga: COME SI ELEGGE IL PRESIDENTE USA).

Disponibilità

Il secondo motivo, è la cosiddetta euristica della disponibilità; un pregiudizio ben illustrato da Daniel Kahneman che causa molti errori: il fatto che si verifichi un certo evento ci sembra probabile semplicemente perché è semplice immaginarlo. In questo caso, visto che Trump fu protagonista di una rimonta nel 2016 ci viene facile immaginare che possa ripetersi: la possibilità è lì pronta e disponibile per la nostra mente.

Legge e ordine

I disordini e le manifestazioni, anche violente, che si stanno ripetendo negli Usa, potrebbero in effetti mobilitare l’elettorato moderato bianco che nei mesi scorsi criticava Trump per la gestione del Covid, con il messaggio diffuso dalla convention repubblicana sul pericolo di disordini generalizzati. Insomma una reazione d’ordine che favorirebbe il presidente in carica.

Economia

Infine c’è la questione economica: la Fed con la sua politica monetaria espansiva può dare una mano a Trump: se l’economia riprende a tirare chi è in carica ne beneficia rispetto allo sfidante. Inoltre, l’economia che riparte, farebbe dimenticare la gestione disastrosa della crisi da Covid-19.

Le possibilità di Trump, ma Biden è sempre favorito

In sostanza, come ha detto la giornalista del New York Times - Upshot, Nate Cohn, le possibilità di vittoria di Trump non vanno trascurate. Tuttavia, i numeri, almeno per ora, continuano a essere favorevoli a Biden.

I più visti

Leggi tutto su News