TimGate
header.weather.state

Oggi 21 maggio 2022 - Aggiornato alle 17:08

 /    /    /  ucraina russia stati uniti lavrov blinken
Stati Uniti e Russia: faccia a faccia sull’Ucraina

Il segretario di Stato americano Antony Blinken- Credit: Vincent Ricci / SOPA Images / IPA / Fotogramma

confronto teso a est19 gennaio 2022

Stati Uniti e Russia: faccia a faccia sull’Ucraina

di Luigi Gavazzi

Il segretario di Stato Blinken a Ginevra ; con il ministro degli Esteri Lavrov

Il segretario di Stato americano Antony Blinken e il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov si incontrano venerdì 21 gennaio a Ginevra per affrontare ancora una volta in queste settimane la questione intricata delle relazioni fra Mosca e l’Ucraina. Sono ore cruciali perché a occidente, soprattutto fra britannici e americani, oltre che in Ucraina, sono aumentati notevolmente i timori di una invasione da parte della Russia. Più cauti gli alleati europei della Nato, al punto che il presidente Joe BIden ha sottolineato proprio nelle scorse ore una certa differenza di atteggiamenti fra il governo Usa e i governi dei paesi europei.

Martedì 18 gennaio la responsabile dei rapporti con la stampa della Casa Bianca, Jen Psaki, si è spinta a dire che siamo in una condizione nella quale in ogni momento la Russia potrebbe sferrare un attacco in Ucraina. Psaki stava parlando della più recente mossa di Mosca. Vale a dire: l’annuncio che una quantità non specificata di truppe dall’estremo oriente del paese si stava spostando verso la Bielorussia, ufficialmente per prendere parte a esercitazioni di guerra.

Questo movimento di armi e militari si aggiunge alla presenza di oltre 100mila soldati russi al confine con l’Ucraina.

Intanto il Regno Unito, secondo l’Ap, ha inviato nuove armi anti carro all’esercito di Kiev.

––––––––––––––––––

LEGGI ANCHE:

Russia-Nato, nulla di fatto sulla questione ucraina

Russia-Usa: dialogo sull'Ucraina, ma le posizioni restano lontane

Russia-Stati Uniti: confronto diplomatico sull'Ucraina

Stati Uniti e Europa: linea comune sull'Ucraina

Cosa sta succedendo al confine tra Russia e Ucraina

Russia, la chiusura di Memorial

Finlandia, idea di adesione alla Nato

–––––––––––––––––––

Ricordiamo che questi ultimi sviluppi vengono dopo una settimana, la scorsa, nel quale si sono tenuti tre incontri diplomatici fra Stati Uniti, Nato e Russia, tutti e tre giudicati poveri di risultati, salvo il fatto di essersi almeno parlati attorno a un tavolo.

 

Gli sforzi diplomatici però continuano.

In particolare, il segretario di Stato Usa Antony Blinken è arrivato in Europa dove ha in programma di incontrare il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, la ministra degli esteri tedesca Annalena Baerbock, prima di vedere in un faccia a faccia il ministro degli Esteri russo, Sergey Lavrov.

Nei giorni scorsi Mosca aveva definito le trattative della settimana precedente come giunte “a un punto morto” e aveva anche evacuato il proprio personale d’ambasciata dall’Ucraina.

 

La questione ucraina

Teniamo sempre conto che:

La Russia giudica una minaccia per la propria sicurezza un'eventuale inclusione di Kiev nella Nato.
Gli Stati Uniti e gli alleati occidentali sono invece preoccupati per la concentrazione di truppe e materiale militare al confine fra la Russia e l'Ucraina, e temono che Mosca stia preparando un'invasione del vicino paese, ex Repubblica sovietica, alleato stretto di Putin fino alla rivoluzione di Piazza Majdan del 2014. Nel 2014 la Russia invase la Crimea, che venne poi annessa, e incoraggiò la ribellione filorussa nelle regioni orientali dell'Ucraina.