TimGate
header.weather.state

Oggi 04 ottobre 2022 - Aggiornato alle 09:00

 /    /    /  Ucraina, nessuna trattativa di pace all'orizzonte
Ucraina, nessuna trattativa di pace all'orizzonte

Mykolaiv, Ucraina, marzo 2022- Credit: Carlo Cozzoli/Fotogramma

la guerra di putin26 maggio 2022

Ucraina, nessuna trattativa di pace all'orizzonte

di Carlo Savelli

Mentre continua il conflitto - soprattutto nel Donbass - i russi bocciano il piano italiano

Il ministro degli esteri ucraino, Dmytro Kuleba, ha accusato la Nato di non aver fatto “letteralmente nulla” contro la Russia in risposta all’invasione.

L’Ucraina ha nuovamente chiesto armi per pareggiare la potenza di fuoco russa, mentre Zelensky ha rifiutato l’idea di cedere territori alla Russia per ottenere la pace; nel suo ultimo discorso notturno ha commentato amaramente la comparsa sui media occidentali di articoli che sostengono che l’Ucraina dovrebbe accettare “difficili compromessi” pur di ottenere la pace.

Il vice-ministro degli esteri russo, Andrei Rudenko, ha detto che Mosca è pronta a creare un corridoio umanitario per far lasciar partire dall’Ucraina le navi che trasportano i cereali, in cambio di un alleggerimento delle sanzioni.

LEGGI ANCHE:
>>Ucraina, perché i russi possono davvero vincere nel Donbass
>>Ucraina, perché la via della trattativa potrebbe passare dal piano italiano
>>Ucraina, cosa significa la fine della resistenza dell’Azovstal a Mariupol
>>Mariupol, Azovstal, il destino degli ucraini prigionieri dei russi
>>Speciale: Guerra in Ucraina

Accantonato il piano di pace italiano

Riguardo al piano italiano per la pace, la portavoce del ministero degli esteri russo, Maria Zakharova, lo ha definito una “fantasia”, dicendo che è assurdo fornire armi all’Ucraina e allo stesso tempo proporre una soluzione pacifica.
Anche Riccardo Alcaro e Nona Mikhelidze sulla Stampa hanno espresso i loro dubbi sul piano proposto da Luigi Di Maio, sottolineando che ha il pregio di indicare le condizioni per una pace di lungo periodo, ma mettendone soprattutto in evidenza i problemi strutturali che lo rendono non solo insostenibile, ma probabilmente nemmeno utile dal punto di vista strategico e di sicurezza.