TimGate
header.weather.state

Oggi 17 agosto 2022 - Aggiornato alle 19:00

 /    /    /  clima europa equità
Il piano della Ue per il clima: importante che sia anche equo

- Credit: jadiimccaco/unsplash

salvare il pianeta16 luglio 2021

Il piano della Ue per il clima: importante che sia anche equo

di Luigi Gavazzi

Il Fondo sociale ha una dotazione di 70 miliardi in sette anni: pochi secondo alcuni osservatori

Abbiamo scritto ieri di Fit for 55, il programma dell'Unione europea per arrivare al 2050 con zero emissioni, con tappe intermedie: -55% nel 2030.

Si tratta di un progetto ambizioso che lo stesso Commissario all'Ambiente Frans Timmermans ha definito la vera sfida del decennio e ha sottolineato che “le misure saranno difficili da attuare”.

Le approvazioni necessarie

Va aggiunto che i provvedimenti del programma, molti e complessi, dovranno essere approvati dal Consiglio europeo e dal Parlamento europeo. E che non mancheranno opposizioni e modifiche. Timmermans ha detto che la Commissione è pronta a discutere le obiezioni, "importante non compromettere il risultato finale".

I contenuti di Fit for 55

Ecco alcuni dei contenuti del progetto (fonte: Claudio Tito, La Repubblica):

–Chi inquina paga, e dovrà farlo attraverso i certificati che autorizzano l'emissione di Co2, gli Ets, che oggi vengono usati dall'industria e che saranno estesi ad auto, navi, aerei, riscaldamento domestico.

–Quindi per usare l'auto che inquina, riscaldare producendo emissioni, prendere l'aereo, pagheremo di più.

–Dovrebbe essere istituito un "Fondo sociale per il clima" che compensi chi si troverà in difficoltà economiche. Questo servirà per evitare che in alcuni ambienti, nelle piccole imprese e nei gruppi sociali più poveri si generi un'ostilità nei confronti della lotta all'emergenza climatica.

–Dal 2035 non si potrà più circolare con auto a benzina o diesel.

–Aumenterà immediatamente la tassa minima sui carburanti.

–Verrà favorito l'acquisto di auto elettriche; saranno montate milioni di colonnine per la ricarica delle batterie, in autostrada una ogni 60 km.

–Entro il 2030 la produzione elettrica dovrà essere affidata per almeno il 40% a fonti rinnovabili (ora è sotto il 20%).

Equità sociale

Cambierà dunque la vita quotidiana dei 450 milioni di cittadini della Ue. Secondo Anna Maria Merlo, sul Manifesto, la dotazione del Fondo sociale, 70 miliardi per sette anni, è gravemente insufficiente; se si conta che già oggi, secondo la Ue, ci sono 34 milioni di famiglie in Europa che hanno difficoltà a pagare l'elettricità.

Questo, dunque, lo snodo fondamentale, rendere equo socialmente un progetto sacrosanto per la salvezza del pianeta.

Secondo il direttore di Greenpeace Italia, l’obiettivo del 55% di riduzione delle emissioni di Co2 entro il 2030 è insufficiente, gli ambientalisti in molti paesi chiedono sia portato al 65%.

------

LEGGI ANCHE:

Sfida Ue per il clima. Proposta stop auto benzina-diesel dal 2035 (video)

Il nuovo rapporto Onu sul clima: uno scenario catastrofico

Summit sul clima: che cosa è stato detto

-------