TimGate
header.weather.state

Oggi 04 ottobre 2022 - Aggiornato alle 08:32

 /    /    /  Usa hanno comprato tutte le scorte del remdesivir
Gli Usa hanno comprato tutte le scorte del remdesivir

Donald Trump- Credit: Nick Oza / Ipa / Fotogramma

COVID-1902 luglio 2020

Gli Usa hanno comprato tutte le scorte del remdesivir

di Michela Cannovale

Il farmaco si è ;dimostrato efficace contro il coronavirus. A bocca asciutta il resto del mondo

Donald Trump ha acquistato tutta la produzione di remdesivir per luglio e il 90% di quella di agosto e settembre.

 

Il farmaco è un antivirale che, insieme al desametasone, ha dimostrato di funzionare contro il coronavirus ottenendo l’approvazione sia della FDA (Food and Drug Administration) che dell’EMA (European Medicines Agency), ma adesso non resta quasi nulla per l’Europa e il resto del mondo.

 

L’allarme è stato lanciato dalla comunità scientifica dopo l’annuncio, da parte del segretario della Salute Usa, Alex Azar, dello “straordinario affare” concluso tra Casa Bianca e Gilead Science, l’azienda statunitense che produce il remdesivir. “Per quanto possibile, vogliamo garantire che qualsiasi paziente americano che abbia bisogno del remdesivir possa ottenerlo”, ha spiegato Azar.

 

- LEGGI ANCHE: Coronavirus: il punto sulla pandemia in Italia e all'estero

 

Il farmaco è in grado di accelerare di quattro giorni (da 15 a 11 giorni) il recupero dei pazienti Covid-19 più gravi. Ora ne avranno accesso 80mila cittadini americani, per una spesa corrispondente a 309 dollari per fiala e 2.340 dollari per l’intera terapia. Tutti gli altri paesi, tuttavia, rimarranno a bocca asciutta.

 

- LEGGI ANCHE: Raloxifene: un altro farmaco in campo nella lotta al coronavirus?