TimGate
header.weather.state

Oggi 08 agosto 2022 - Aggiornato alle 21:09

 /    /    /  USA, stop al diritto federale all'aborto
USA, stop al diritto federale all'aborto

Attiviste pro-vita festeggiano la decisione della Corte Suprema, Washington- Credit: Gripas Yuri/ABACA / Ipa-Agency.net / Fotogramma

STATI UNITI24 giugno 2022

USA, stop al diritto federale all'aborto

di Michela Cannovale

Annullata la sentenza Roe vs Wade del 1973. Il paese spaccato

Gli Stati Uniti sono tornati indietro di cinquant'anni, venerdì 24 giugno, quando la Corte suprema americana ha reso noto di aver annullato, grazie alla sua maggioranza conservatrice, la sentenza Roe vs Wade che rendeva l'aborto un diritto federale nell'intero Paese. D'ora in poi saranno i singoli Stati a decidere ed applicare le loro leggi in materia di interruzione di gravidanza.

 

'La Costituzione non garantisce un diritto all'aborto', si legge nella sentenza della Corte, che ribadisce: 'L'autorità di regolare l'aborto torna al popolo ed ai rappresentanti eletti'. 

 

'L'aborto presenta una profonda questione morale. La costituzione non proibisce ai cittadini di ciascuno Stato di regolare o proibire l'aborto', hanno scritto i giudici, sottolineando che 'la Roe vs Wade è stata sbagliata fin dall'inizio in modo eclatante: il suo ragionamento è stato eccezionalmente debole, e ha avuto conseguenze dannose, infiammando il dibattito e allargando le divisioni'.

 

Il leader dei repubblicani alla Camera, Kevin McCarthy, ha commentato così la decisione della Corte: "Plaudo a questa storica sentenza che salva vite umane'. Il capo dell'Elefantino in Senato, Mitch McConnell, ha definito la sentenza 'coraggiosa' e 'corretta'. 'Una storica vittoria per al costituzione e la società', ha detto. Mentre l'ex vicepresidente americano Mike Pence ha esultato: 'La vita ha vinto'.

 

Eric Schmitt, l'attorney generale del Missouri, ha già dichiarato che il suo Stato 'sarà il primo a mettere fine all'aborto'. Poi ha aggiunto: "ì0Oggi è un giorno storico, ma noi ricordiamo i 60 milioni di vite innocenti perse c'è stato molto lavoro dietro le quinte per raggiungere questa incredibile vittoria'. 

 

Tutti gli altri Stati che in questi anni hanno approvato restrizioni sull'aborto, hanno adesso 30 giorni per vietare le interruzioni di gravidanza eccetto nei casi in cui la vita della madre sia in pericolo.

 

Se ne parlava da maggio

Anche se la decisione della Corte è stata presa nel caso 'Dobbs v. Jackson Women's Health Organization', in cui l'ultima clinica del Mississippi ad offrire la possibilità di aborto aveva fatto ricorso contro il divieto statale di interruzione di gravidanza dopo 15 settimane, in realtà già all'inizio dello scorso maggio il quotidiano Politico aveva rivelato che le intenzioni della Corte suprema erano proprio quelle di cancellare il diritto all'aborto con una votazione che annullasse la Roe vs Wade.

 

Dopodiché, solo una decina di giorni dopo, il Senato USA aveva bloccato il provvedimento, voluto dai Democratici, per trasformare in legge la sentenza in questione. 

 

I principi della sentenza Roe vs Wade

La sentenza Roe vs Wade, approvata nel 1973, affidava alla donna il diritto di scegliere se portare a termine o meno una gravidanza. Prima del 1973, la legislazione in materia di interruzione volontaria di gravidanza era materia di ciascuno Stato, che dunque si regolava autonomamente.

 

Due i principi fondanti della sentenza in questione: 

 

- l’interruzione volontaria di gravidanza è una libera scelta della donna ed è consentita fino al momento in cui il feto diventa in grado di sopravvivere al di fuori dell'utero materno, anche con l'ausilio di un supporto artificiale (24-28 settimane);

 

- in caso di pericolo per la salute della donna, l'aborto è legale anche oltre questo limite di tempo.