TimGate
header.weather.state

Oggi 10 agosto 2022 - Aggiornato alle 12:00

 /    /    /  Variante sudafricana, Oms: "È presto per capirne l'impatto"
Variante sudafricana, Oms: "È presto per capirne l'impatto"

- Credit: Pixabay

COVID-1926 novembre 2021

Variante sudafricana, Oms: "È presto per capirne l'impatto"

di Tina Carlyle

"Ma tutti devono capire che più questo virus circola, più opportunità ha di cambiare"

È ancora presto per capire l'impatto che avrà la nuova variante di Covid-19 individuata in Sudafrica secondo l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms).

 

L'epidemiologa dell'Oms Maria Van Kerkhove, facendo il punto su quanto si sa del nuovo ceppo fino ad ora, ha spiegato: "Ci sono al momento meno di 100 sequenze complete disponibili. Non sappiamo molto al riguardo ancora. Quello che sappiamo è che ha un ampio numero di mutazioni e la preoccupazione, quando hai così tante mutazioni, è che questo possa avere un impatto su come il virus si comporta".

 

E ha sottolineato: "Adesso i ricercatori si stanno mettendo insieme per capire dove sono queste mutazioni e cosa potenzialmente potrebbero significare per i nostri strumenti diagnostici, le nostre terapie e i nostri vaccini. È positivo che queste varianti vengano scoperte. Significa che abbiamo un sistema in campo. Ci vorranno poche settimane per noi per capire quale impatto ha questa variante".

 

"C'è un sacco di lavoro in corso", ha detto ancora Van Kerkhove, assicurando che si tratta di "una variante sotto monitoraggio" e che il gruppo tecnico Tag-Ve (Technical Advisory Group on Sars-CoV-2 Virus Evolution) sta discutendo "se farla diventare una variante d'interesse o di preoccupazione. E se fosse questo il caso - ha aggiunto - le daremo un nome con una lettera dell'Alfabeto greco".

 

Tutti "devono capire che più questo virus circola, più opportunità ha di cambiare. Ognuno ha un ruolo da svolgere nel portare la trasmissione verso il basso, a un livello tale da proteggersi contro la malattia grave e la morte. Quindi vaccinatevi quando potete, assicuratevi di aver fatto il ciclo completo e di aver compiuto tutti i passi necessari per ridurre la vostra esposizione" al contagio "e per prevenire il rischio di trasmettere il virus ad altri", ha concluso.