Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie Clicca Qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

menu
Oggi 06 aprile 2020 - Aggiornato alle 11:15
Carlo Cracco cucina per l’ospedale Carlo Cracco a Torino alle semifinali del “Bocuse D'Or Europa 2018” - Credit: Riccardo Giordano Sicki / IPA / Fotogramma
GOSSIP 25 marzo 2020

Carlo Cracco cucina per l’ospedale

di Maria Verderio

Nell’ex Fiera di Milano, lo chef fa il pranzo per gli operai 

Carlo Cracco e l’intero suo staff hanno dovuto chiudere i ristoranti a causa dell’emergenza Coronavirus.

Lo chef ha quindi deciso di cucinare per gli operai dell’ospedale di Portello, pronto per essere ultimato nell’ex Fiera di Milano.

Un piccolo contributo

“Un piccolo contributo per aiutare gli addetti che lavorano giorno e notte. Nella struttura non c’è la mensa e noi tutti siamo a casa con il ristorante chiuso, così abbiamo dato la nostra disponibilità”. È questa la dichiarazione di Cracco rilasciata a La Stampa.

Il menu

Lo chef racconta di aver preparato un’insalata di riso con verdure e una frittata con verza, zucca e castagne. Il numero di persone servite è di circa 100 al giorno. “Ci prendiamo cura di loro, è quello che possiamo fare noi, che stiamo bene. Oltre a restare a casa per non diffondere ulteriormente il virus”.

Craccoexpress

“La priorità nostra e di tutti in questo momento è quella di salvaguardare la nostra salute e quella degli altri. Da oggi il Ristorante Cracco resterà chiuso al pubblico, riapriremo non appena le nuove disposizioni lo consentiranno e l’emergenza sarà rientrata. Rimarremo operativi con il nostro shop online @craccoexpress e lavorerò in questi giorni per mettere a punto il nuovo menu e le nuove proposte per la riapertura”.

Leggi tutto su News