Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 25 febbraio 2021 - Aggiornato alle 14:01
Live
  • 15:00 | Dietro l’agguato in Congo il progetto di un sequestro
  • 15:00 | Dove buttare e come smaltire toner e cartucce per stampanti
  • 13:13 | Moderna sta preparando un vaccino contro la variante sudafricana
  • 13:09 | Le poesie più famose di Guido Cavalcanti
  • 13:02 | Cinque booklover da seguire su Instagram
  • 12:55 | I migliori film polizieschi scandinavi
  • 12:43 | Unwrapped I: l’asta record sulla collezione privata di Christo
  • 12:24 | 5 posti in cui posizionare la consolle in casa
  • 12:07 | La Cina ha battuto la povertà estrema
  • 10:45 | Solenni funerali di Attanasio e Iacovacci, le salme col Tricolore
  • 10:45 | Frittata di asparagi e porri
  • 09:56 | Tom Clancy’s Rainbow Six Siege Anno 6: Crimson Heist
  • 09:14 | Twitter: le nuove etichette per l’hacking vittime degli hacker
  • 09:00 | Di cosa parla la canzone di Irama in gara al Festival 2021
  • 08:58 | Italia femminile roboante: 12-0 a Israele e pass per l’Europeo
  • 08:45 | Caramelle per il mal di gola fatte in casa
  • 08:22 | Giornali pirata: chiusi 329 canali Telegram
  • 06:49 | Fausto Gresini, l’intervista inedita: “Sono un uomo contento”
  • 06:00 | I titoli dei giornali di giovedì 25 febbraio
  • 05:18 | Atalanta matura, in 10 resiste e perde solo 1-0 col Real Madrid
I cani e i gatti che hanno vissuto nella Casa Bianca Major e Champ in una fotografia postata da Jill Biden su Instagram - Credit: Private/IPASocialIT / IPA / IPA / IPA / Fotogramma
CELEBRITÀ 21 gennaio 2021

I cani e i gatti che hanno vissuto nella Casa Bianca

di Maria Verderio

Dallo scottish terrier di Roosevelt al gatti di Clinton. Fino ai due cani dei Biden

La tradizione di avere dei pets in Casa Bianca ha avuto origine con George Washington ed è stata seguita, poi, da molti Presidenti USA.

Ora è la volta di Champ e Major (13 e 2 anni), due cani lupo adottati da un canile, ma i First pets sono innumerevoli e famosissimi.

 

I primi dopo Obama

I cani di Joe Biden saranno i primi a entrare in Casa Bianca dopo Sunny e Bo, i cani d’acqua portoghesi della famiglia Obama. Trump, invece, non aveva nessun pet. Su 45 Presidenti che si sono succeduti, solo 15 si sono sottratti alla tradizione.

 

Fala, la più famosa

Era diventato molto famoso lo scottish terrier di Roosevelt che si chiamava Fala e che il suo padrone chiamava “girl dog”. Fala visse sette anni più di Roosevelt e gli fu sepolta accanto. La cagnolina contribuì al successo di Roosevelt e divenne così popolare che fu necessario assumere una segretaria per smaltire la sua corrispondenza.

 

Lo zoo dei Kennedy

Anche i cani dei Kennedy divennero notissimi: da Charlie, donato al Presidente dal fratello Joseph, alla meticcia Pushinka, un regalo di Khrushchev negli anni della Guerra fredda. Pushinka era figlia di Strelka, la prima cagnetta a tornare viva da una missione spaziale e passata alla storia come “space dog”. Ma in casa Kennedy c’erano anche cavalli, canarini, criceti, conigli e pappagalli.

 

I gatti

Molti anche i gatti, da Socks Clinton, l’unico a essere stato fotografato nella sala stampa della White House e ad aver avuto un ruolo istituzionale: Socks in versione cartoon guidava i bambini alla scoperta dei segreti della Casa Bianca.

Hanno avuto un gatto le First daughters Susan Ford e Amy Carter, mentre i gatti di Ronald Reagan, Cleo and Sara, vivevano nella tenuta di Rancho del Cielo, in California.

George W. Bush ha portato alla Casa Bianca due gatti, la nera India e la rossa Ernie.

 

I più visti

Leggi tutto su News