Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 28 luglio 2021 - Aggiornato alle 02:00
Live
  • 00:52 | Perché è importante il pre-vertice sui sistemi alimentari di Roma
  • 17:16 | Il nuovo progetto della Galleria Nazionale dell’Umbria di Perugia
  • 17:15 | Covid, i dati del 27 luglio: aumentano contagi e ricoveri
  • 17:04 | L’esplosione a Leverkusen, in Germania
  • 16:32 | La medaglia di bronzo della spada femminile a squadre
  • 14:35 | Camila Giorgi non si ferma più: è ai quarti di finale!
  • 14:14 | Covid, così aumenta il rischio per i non vaccinati
  • 13:55 | In che senso le due Coree hanno ripreso a parlarsi
  • 13:41 | Scuola, l'obbligo vaccinale è sempre più verosimile
  • 13:04 | Ancora un successo per le azzurre del volley
  • 11:49 | Lazio, c’è l’autocandidatura di Shaqiri
  • 11:30 | La concorrenza nei servizi pubblici: ancora una riforma del governo Draghi
  • 11:13 | Caos Tunisia, il presidente Saied: 'Questo non è colpo di Stato'
  • 10:15 | Pallanuoto, grande rimonta del Settebello con la Grecia
  • 10:09 | Pellegrini nella storia: quinta finale olimpica come Phelps
  • 10:03 | Naomi Osaka perde a sorpresa, eliminata dalle Olimpiadi
  • 01:00 | I vaccini obbligatori per i docenti e le altre notizie sulle prime pagine
  • 22:10 | Aperta la Bourse de Commerce - Collection François Pinault a Parigi
  • 20:02 | Tunisia, il Parlamento: le decisioni del presidente sono 'nulle'
  • 18:43 | Scherma: chi è Daniele Garozzo, medaglia d’argento nel fioretto
Il ricordo di Mia Martini Mia Martini durante un concerto - Credit: Maurizio D'Avanzo Arc / IPA / Fotogramma
CELEBRITÀ 12 maggio 2021

Il ricordo di Mia Martini

di Maria Verderio

26 anni fa, il 12 maggio del 1995, ci lasciava una delle più grandi artiste della canzone italiana

Aveva soltanto quarantasette anni e il 12 maggio del 1995 ci lasciava Mimì.

La sua voce e la sua bravura restano colonne portanti della canzone italiana, nonostante la sua esistenza sia stata piena di maldicenze e calunnie offensive.

La solitudine di Mia

Mia Martini ha sempre avuto un animo delicato e una vita fatta di solitudine e tormenti. Ora la sua splendida voce è diventata eterna e viene ammirata e ascoltata dal mondo intero. Attraverso la musica, Mia si raccontava e si apriva al mondo.

Un’artista completa

Oltre che meravigliosa interprete, Mia Martini è stata un’artista completa. Alcuni suoi capolavori resteranno immortali insieme al suo timbro graffiante e vibrante. Mia Martini è stata accusata di portare sfortuna. Nel 1989, all’indomani della sua partecipazione a Sanremo con Almeno tu nell’universo, in un’intervista alla rivista Epoca ha parlato di quanto sia stato difficile sopportare le calunnie.

Le sue parole

“La mia vita era diventata impossibile. Qualsiasi cosa facessi era destinata a non avere alcun riscontro e tutte le porte mi si chiudevano in faccia. C’era gente che aveva paura di me, che per esempio rifiutava di partecipare a manifestazioni nelle quali avrei dovuto esserci anch’io. Mi ricordo che un manager mi scongiurò di non partecipare a un festival, perché con me nessuna casa discografica avrebbe mandato i propri artisti. Eravamo ormai arrivati all’assurdo, per cui decisi di ritirarmi”.

La rinascita

Nel 1989, ha partecipato al Festival della Canzone Italiana con uno dei brani più importanti per la sua carriera, Almeno tu nell’universo, scritto quasi vent’anni prima. Nonostante si sia classificato solo nono, è diventato uno dei brani più importanti della musica italiana.

I più visti

Leggi tutto su News