Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 21 aprile 2021 - Aggiornato alle 15:00
Live
  • 15:35 | Covid-19 seconda causa di morti dopo i tumori a marzo-aprile 2020
  • 15:32 | Chi è Luca Ravenna: età, fidanzata e carriera
  • 14:30 | Facebook: ecco le Live Audio Room per sfidare Clubhouse
  • 14:00 | Come vincere bici, monopattini e giardini idroponici con TIM Party
  • 14:00 | Le grandi mostre che riaprono il 26 aprile
  • 13:45 | “E dentro sono blu” è il nuovo singolo di Francesco Arpino, l’intervista
  • 13:44 | Covid, quali paesi hanno applicato il coprifuoco
  • 13:15 | Quali sono gli stili di arredo più amati
  • 12:48 | Deddy, inediti e testi del cantante di Amici 20
  • 12:38 | Coltivazione della soia e impatto ambientale, cosa dobbiamo sapere
  • 12:25 | Quali sono gli uccelli più rari?
  • 12:15 | La Cappella degli Scrovegni su Haltadefinizione
  • 12:14 | Setter irlandese: info e carattere di questa razza
  • 12:10 | Tutto su "Anna", la serie tv di Niccolò Ammaniti
  • 12:04 | 5 curiosità su Napoleone Bonaparte
  • 11:34 | Catherine Zeta-Jones e Michael Douglas festeggiano la figlia
  • 11:29 | Usa, condannato l'agente che uccise George Floyd
  • 11:18 | Il Borussia Dortmund vuole André Silva
  • 11:15 | Barbabietola al forno per un contorno light
  • 11:05 | L’ok dell’Ema al vaccino Johnson&Johnson
In Italia nel 2020 sono morte più di 700mila persone - Credit: Pixabay
I NUMERI 5 marzo 2021

In Italia nel 2020 sono morte più di 700mila persone

di Michela Cannovale

È la cifra più alta del Dopoguerra, secondo l'Istat

Complice la pandemia di coronavirus, nel 2020 in Italia il totale dei decessi ha raggiunto per la prima volta i numeri del secondo Dopoguerra. 

 

A rilevarlo è il Report Istat-Iss sull'impatto del Covid-19 sulla mortalità della popolazione residente, secondo cui le vittime sono state 746.146, ovvero 100.526 in più rispetto alla media 2015-2019 (15,6% di eccesso). 

 

Quanto ha influito il Covid-19 sulla mortalità in Italia

Sul totale, il contributo del virus a livello medio nazionale è stato pari al 10,2%.

E cioè, tra marzo e dicembre 2020 sono stati cioè registrati 108.178 morti in più rispetto alla media dello stesso periodo degli anni 2015-2019 (21% di eccesso).

 

"In tale valutazione - ha sottolineato lo studio - occorre tener conto che nei mesi di gennaio e febbraio 2020 i decessi per il complesso delle cause sono stati inferiori di circa 7.600 unità a quelli della media dello stesso bimestre del 2015-2019 e che i primi decessi di persone positive al Covid-19 risalgono all'ultima settimana di febbraio".

 

La seconda ondata ha influito di più

Secondo l'Istat, l'impatto della seconda ondata di epidemia sono stati più evidenti della prima sul grado di mortalità nazionale. Durante il periodo ottobre-dicembre 2020, infatti, i morti sono stati 213mila, 52mila in più rispetto alla media dello stesso periodo di ciascuno degli anni a partire dal 2015 al 2019.

 

Vittime soprattutto fra gli over 80

A morire di più nel 2020, rispetto alla media degli anni 2015-2019, è stata la popolazione dagli 80 anni in su, che spiega il 76,3% dell’eccesso di mortalità complessivo. 

 

In totale sono decedute 486.255 persone di fra gli over 80 (76.708 in più rispetto al quinquennio precedente). 

 

L’incremento della mortalità nella classe di età 65-79 anni spiega un altro 20% dell’eccesso di decessi; in termini assoluti l’incremento per questa classe di età, rispetto al dato medio degli anni 2015-2019, è di oltre 20mila decessi (per un totale di 184.708 morti nel 2020).

 

La geografia dei decessi nella prima ondata...

A livello geografico, il bilancio della prima fase dell'epidemia è stato particolarmente pesante per la Lombardia (+111,8%).

 

Per tutte le altre regioni del Nord l'incremento dei morti del periodo marzo-maggio 2020 è compreso tra il 42% e il 47%. Solo il Veneto e il Friuli Venezia Giulia hanno registrato un eccesso di decessi più contenuto (+19,4% e +9,0%).

 

Al Centro Italia, l'Istat ha messo in evidenza la regione Marche (+27,7%), che si distingue rispetto all'incremento medio (+8,1%).

 

...e nella seconda

Diverso l'andamento della mortalità nella seconda ondata. In alcune regioni l'eccesso di mortalità dell'ultimo trimestre del 2020 ha superato quello del periodo marzo-maggio 2020: in Valle d'Aosta (+63,7% rispetto al +42,6% di marzo-maggio), in Piemonte (+53% rispetto al +47,5%), in Veneto (+44,4% rispetto al 19,4%), in FVG (+45,6% a fronte del +9,0%), nella Provincia Autonoma di Trento (65,4% vs 53,1%).

 

Al contrario, l'eccesso di mortalità ottobre-dicembre sulla media dello stesso periodo per 2015-2019, è più basso di quello della prima ondata in Lombardia (+37,1% contro al +111,8%), Emilia-Romagna (+25,4% sul +43,6%), Liguria (+33,9 contro +42,2%) e nella Provincia Autonoma di Bolzano (+39,1% rispetto a +45,4%).

 

- LEGGI ANCHE: Coronavirus, le ultime news in Italia e nel mondo

I più visti

Leggi tutto su News