TimGate
header.weather.state

Oggi 06 luglio 2022 - Aggiornato alle 03:00

 /    /    /  A Torino arriva l’asta sulla numismatica
A Torino arriva l’asta sulla numismatica

Un particolare di alcune monete antiche di cui si vedono entrambi i lati- Credit: Di Rivista Italiana di numismatica / Wikimedia Commons

ARTE27 maggio 2022

A Torino arriva l’asta sulla numismatica

di Maria Verderio

La storica casa d’aste Bolaffi porta in Piemonte più di duemila lotti tra banconote, monete e medaglie

Nelle giornate del 26 e 27 maggio, a Torino, Bolaffi ha portato dei piccoli e preziosissimi tesori: si tratta di monete celtiche della Gallia, medaglie in oro progettate da Egidio Boninsegna, fino a una sequenza di 100 lire d’oro del Vaticano.

Un segno della Mantova del XVII secolo

Mantova ha vantato in questo incanto una moneta doppia, commissionata nel 1613 dal cardinale Federico Gonzaga, al tempo duca di Mantova e del Monferrato. Su un lato il busto del committente, sull’altro due angeli che sorreggono il vaso sacro in ginocchio.

L’oro di Genova

Una raffigurazione della Vergine con bambino seduta sulle nubi si contrappone a una Croce con quattro angeli e caratterizza invece le 12 doppie e mezzo coniate dalla zecca di Genova. L’anno a cui risalgono è il 1650, anch’esse sono in oro e sono stimate a centomila euro.

Il pezzo forte

Il pezzo forte di quest’asta non è una moneta. Si tratta di un progetto d’oro realizzato nel 1908 da Egidio Boninsegna. Il profilo dorato di Vittorio Emanuele III si contrappone all’immagine dell’Italia che si appoggia ad un aratro. Il pezzo è molto raro ed è stato stimato 200mila euro.