Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 26 novembre 2021 - Aggiornato alle 23:22
News
  • 23:22 | Eurolega: l’Olympiacos passeggia a Milano, Olimpia annientata 72-93
  • 20:40 | MotoGP e Formula 1 al Montmelò per il GP di Catalogna fino al 2026
  • 19:44 | Basket, qualificazioni Mondiali: la Russia piega l’Italia 92-78
  • 17:58 | Qatar 2022, sorteggio shock per l’Italia: rischio Cristiano Ronaldo
  • 17:50 | Variante sudafricana, Oms: "È presto per capirne l'impatto"
  • 17:39 | Playoff, Italia contro Macedonia e poi Portogallo o Turchia
  • 17:30 | Perché la Corea del Nord ha vietato le giacche di pelle
  • 17:00 | Covid, i dati del 26 novembre: tasso di positività al 2,5%
  • 16:30 | I tesori di Pompei: la villa del Menandro
  • 14:10 | Perché l'Italia ha fermato gli arrivi da 7 paesi africani
  • 14:08 | La mostra da record di Maurizio Cattelan a Pechino
  • 12:41 | Calcio, Pioli rinnova con il Milan fino al 2023
  • 12:12 | Ecco come cambierà l'Irpef
  • 12:11 | La "ragazza afghana" in salvo a Roma
  • 11:37 | Il programma della 14esima di campionato
  • 11:28 | Draghi: il Trattato Quirinale fra Italia e Francia anche per accelerare l'integrazione Ue
  • 11:17 | Giorgio Palù (Cts) rassicura sul vaccino ai bambini
  • 11:16 | Una mega barretta di cioccolato per l’Irlanda del nord
  • 10:58 | La vittoria della Lazio in Russia
  • 10:37 | La Roma blinda la qualificazione in Conference League
7 cose da fare e da vedere ad Alghero - Credit: Istockphoto / Kekko73
L’ITALIA DELLA FIBRA 25 novembre 2021

7 cose da fare e da vedere ad Alghero

di Redazione

In viaggio nei comuni con internet a banda ultralarga


Siamo giunti alla nuova tappa del viaggio di TIM Gate alla scoperta dei comuni italiani raggiunti della banda ultralarga di TIM, con connessioni in fibra che possono persino arrivare alla velocità di 1 Gigabit al secondo: luoghi per una vacanza, ma, se si può, persino per trasferirsi lì, e viverci, lavorando in smart working, visto che internet lo permette. 

 

Oggi salpiamo per la Sardegna, alla scoperta di Alghero, da tutti conosciuta soprattutto per le bellezze naturalistiche e lo splendido mare, ma anche città sorprendente, ricca d’arte, storia e tradizioni.

Alghero si trova sulla costa nord-occidentale dell’isola e fa parte della provincia di Sassari.

Di seguito, i nostri 7 consigli a chiunque stia pianificando una trasferta da quelle parti.

 

1) Immergersi in una natura varia e incontaminata

Alghero, così come tutte le zone della Sardegna, può vantare un paesaggio quasi incontaminato. Il mare è cristallino e purissimo. Le sue acque azzurre lasciano i visitatori di tutto il mondo sbalorditi. Ma anche l’entroterra è ricco di una natura peculiare: per esempio, a pochi chilometri dalla città c’è il Lago di Baratz, l’unico specchio d’acqua naturale dell’isola, attorniato da splendide dune di sabbia e da una vasta pineta. È uno dei pochi posti in Italia in cui viva l’airone rosso. Intorno al lago, sono nate numerose leggende: alcune narrano che sotto le sue acque chete sia sprofondata un’antica città...

 

2) Riscoprire la storia fra bastioni e torri di difesa

Alghero è una città fortificata, come molte altre in Italia, ma ha la particolarità di aver conservato integre oltre il 70% delle mura difensive. Fra le costruzioni delle antiche mura aragonesi e spagnole, le più importanti sono la Torre di Sulis, la Torre della Maddalena e la torre di San Giovanni, che ospita mostre e concerti.

 

3) Conoscere l'arte del corallo

Alghero è anche conosciuta per la Riviera del Corallo. Nella rada di questa località, infatti, vivono colonie intere di corallo. E sempre al corallo è dedicato il bel museo all’interno di Villa Costantino, costruita in stile liberty agli inizi del ‘900. Visitandola, capirete come il prezioso corallo sia legato, in maniera indissolubile, alla lunga storia di Alghero.

 

4) Esplorare i promontori sul mare

Il territorio di Alghero si contraddistingue per i molti promontori: uno dei più importanti è Punta Giglio, nel parco naturale di Porto Conte. Dalla sua sommità si può scorgere la grotta del Dasterru, luogo prediletto dai sub. Un altro promontorio molto famoso è quello di Capo Caccia, a circa venti chilometri dalla città, paradiso per chi ama le immersioni. Nei pressi c’è la misteriosa e affascinante Grotta di Nettuno: potete arrivarci via terra grazie a un’incredibile scalinata panoramica, la “Escala del Cabirol” (la Scala del Capriolo). Altri siti meravigliosi sono la Grotta Verde (abitata sin dal Neolitico) e le tantissime piccole spiagge raggiungibili solo dalle barche.

 

5) Imparare il catalano

Alghero ha un simpatico e significativo secondo nome: è spesso chiamata, infatti, “Barceloneta sarda”, ossia la piccola Barcellona delle Sardegna. Non tutti sanno che Alghero conserva l’uso della lingua catalana, parlata ancora dal 22% degli abitanti. La variante algherese catalana è addirittura riconosciuta come lingua autonoma minoritaria della Repubblica Italiana. È quindi un idioma protetto, insegnato sull’intero territorio. E l’ombra di Barcellona torna nella prossima meta del nostro itinerario...


6) Stupirsi davanti al gotico algherese

Alghero può vantare due fra i più importanti esempi di architettura gotica catalana del nostro Paese. Il primo è la chiesa di San Francesco, nel pieno centro della città: austera all’esterno, ricca d’arte e di stili diversi all’interno.
Il secondo esempio di gotico catalano è la cattedrale di Santa Maria, del XVI secolo: è la chiesa più grande della Sardegna. Dalla cima del campanile avrete a vostra disposizione una vista bellissima su tutto ciò che circonda Alghero.

 

7) Visitare villaggi antichissimi

La Sardegna ha uno dei mari più belli del mondo, si sa, ma anche molti siti archeologici suggestivi. In particolare, in tutta l’isola si possono visitare antichissimi villaggi nuragici e prenuragici. Ad Alghero c’è la grande necropoli di Anghelu Ruju, costruita intorno al terzo millennio avanti Cristo. E a una decina di chilometri dalla città si sviluppa il complesso nuragico di Palmavera, con le sue torri risalenti al XV-X secolo avanti Cristo.

 

 

Internet ad Alghero

Da luglio 2021 TIM ha avviato ad Alghero un innovativo piano di cablaggio che porta la fibra ottica fino alle abitazioni per rendere disponibili collegamenti ultraveloci fino a 1 Gigabit al secondo, con l’obiettivo di collegare oltre 14mila unità immobiliari alla conclusione del piano.

Grazie a questo piano, Alghero sarà dotata di una rete in fibra ottica ancora più performante di quella già prima  a disposizione di cittadini e imprese con collegamenti fino a 200 megabit per oltre 15mila unità immobiliari.
 

I più visti

Leggi tutto su News