TimGate
header.weather.state

Oggi 07 ottobre 2022 - Aggiornato alle 21:00

 /    /    /  Alla GAM di Milano la prima personale italiana di Andrea Bowers
Alla GAM di Milano la prima personale italiana di Andrea Bowers

Inaugurazione di Piano City Milano con Abdullah Ibrahim ai Giardini della GAM- Credit: DUILIO PIAGGESI / Fotogramma

ARTE10 agosto 2022

Alla GAM di Milano la prima personale italiana di Andrea Bowers

di Maria Verderio

Al centro della mostra personale l'impegno dell'artista americana nella lotta per la parità di genere e l'emancipazione femminile

La GAM, Galleria d'Arte Moderna di Milano, insieme a Fondazione Furla, presenterà la mostra intitolata Moving in Space without Asking Permission, dell'artista americana Andrea Bowers a cura di Bruna Roccasalva, che si terrà dal 15 settembre al 18 dicembre 2022.

La prima personale

La mostra è la prima personale di Andrea Bowers all'interno di una location istituzionale italiana. L'esposizione permette un'esperienza immersiva nel lavoro dell'artista e permette di ammirare sia opere iconiche sia nuove produzioni.

L'obiettivo

Il lavoro dell'artista e attivista americana è finalizzato a mostrare il suo impegno nella lotta per la parità di genere e per l'emancipazione della donna. Da oltre trent'anni, l'artista è impegnata a promuovere temi come la parità di genere, i diritti della donna e dei lavoratori, l'immigrazione e l'ambientalismo.

Il femminismo

Moving in Space without Asking Permission rientra in un progetto più ampio che la Bowers porta avanti da tempo: la relazione tra femminismo e autonomia corporea. L'artista si è confrontata con la filosofa Alessandra Chiricosta su alcune esperienze femministe italiane di oggi e da quelle riflessioni è nata la mostra alla GAM.