Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 21 aprile 2021 - Aggiornato alle 12:55
Live
  • 13:15 | Quali sono gli stili di arredo più amati
  • 12:48 | Deddy, inediti e testi del cantante di Amici 20
  • 12:38 | Coltivazione della soia e impatto ambientale, cosa dobbiamo sapere
  • 12:25 | Quali sono gli uccelli più rari?
  • 12:15 | La Cappella degli Scrovegni su Haltadefinizione
  • 12:14 | Setter irlandese: info e carattere di questa razza
  • 12:10 | Tutto su "Anna", la serie tv di Niccolò Ammaniti
  • 12:04 | 5 curiosità su Napoleone Bonaparte
  • 11:34 | Catherine Zeta-Jones e Michael Douglas festeggiano la figlia
  • 11:29 | Usa, condannato l'agente che uccise George Floyd
  • 11:18 | Il Borussia Dortmund vuole André Silva
  • 11:15 | Barbabietola al forno per un contorno light
  • 11:05 | L’ok dell’Ema al vaccino Johnson&Johnson
  • 10:49 | La vittoria della Fiorentina a Verona
  • 10:31 | Da maggio studenti in classe al 60 per cento
  • 10:03 | Facebook: ecco le Live Audio Room per sfidare con Clubhouse
  • 09:51 | Buon compleanno alla regina Elisabetta II
  • 09:08 | Gravina nel comitato esecutivo della Uefa
  • 08:59 | Arriva il primo Dlc di Wasteland 3
  • 08:37 | La Super League è già naufragata dopo due giorni
Dietro l’agguato in Congo il progetto di un sequestro Il rientro in Italia delle salme di Luca Attanasio e Vittorio Iacovacci, Roma, 24 febbrio 2021 - Credit: Pool/Carofei / Fotogramma
le indagini 25 febbraio 2021

Dietro l’agguato in Congo il progetto di un sequestro

di Luigi Gavazzi

L’idea di un’estorsione da parte di una delle tante milizie della zona

Nella ricostruzione dell’agguato che è costato le vite dell’ambasciatore nella Repubblica democratica del Congo, Luca Attanasio, del carabiniere Vittorio Iacovacci e dell’autista Mustapha Milambo, che abbiamo riferito martedì 23 febbraio (in questo articolo) mancava completamente la considerazione del secondo veicolo bersaglio dell’attacco e dei suoi componenti.

 

 

LEGGI ANCHE: Le parole del ministro degli Esteri Luigi di Maio sull’attacco all’ambasciatore Attanasio ••• Chi era Luca Attanasio ••• Chi era Vittorio Iacovacci ••• Chi era Mustapha Milambo

 

 

Alla luce delle indagini, questo secondo veicolo e le persone a bordo hanno avuto un ruolo importante come testimoni.

Inoltre potrebbero aiutare anche a chiarire alcune circostanze sulla sicurezza del convoglio attaccato.

Lo scontro con i rangers

In primo luogo, è stato chiarito che l’agguato degli uomini armati, probabilmente 6, ha obbligato gli uomini a bordo dei due veicoli del World Food Programme (Wfp) a fermarsi e a scendere. Attanasio, Iacovacci e Milambo erano su un’auto; mentre sull’altra erano Rocco Leone, vicedirettore del Wfp in Congo; e Fidele Zabandora e Mansour Rwagaza anch’essi del Wfp, quest’ultimo addetto della sicurezza; Claude Mukata, autista.

Per un motivo ancora non chiarito, Mustapha Milambo è stato assassinato appena sceso dall’auto.

Tutti gli altri sono stati portati nella foresta, a circa 500 metri di distanza dal luogo dell’agguato. A quel punto è intervenuta una pattuglia di ranger armati dell’Istituto congolese per la conservazione della natura, forse anche di militari. È avvenuta una sparatoria nella quale è stato colpito Attanasio. Il gruppo degli assalitori e gli uomini sequestrati si sono poi allontanati ma sono stati di nuovo raggiunti e nel nuovo conflitto a fuoco è stato ucciso Iacovacci.

Il progetto di un sequestro di persona

Oltre all’esame autoptico delle salme, spiega Carlo Bonini su Repubblica, sarà probabilmente importante la testimonianza dei superstiti, in particolare di Rocco Leone. Stavano infatti accompagnando Attanasio a visitare le attività del Wfp in quella zona. Una delle ipotesi degli inquirenti e dei servizi di sicurezza esteri italiani (Aise) è che una delle milizie armate presenti in Congo intendesse rapire a scopo di estorsione il diplomatico italiano. Piano che l’incontro casuale con i ranger ha fatto fallire causando indirettamente il bagno di sangue.

I più visti

Leggi tutto su News