TimGate
header.weather.state

Oggi 12 agosto 2022 - Aggiornato alle 04:00

 /    /    /  bryan adams mostra fotografie milano
Dal rock alla fotografia: Bryan Adams in mostra a Milano

Bryan Adams- Credit: Bryan Adams, "Autoritratto" ©Bryan Adams

ARTE E CULTURA19 aprile 2022

Dal rock alla fotografia: Bryan Adams in mostra a Milano

di Silvia Marchetti

28 opere dell'artista esposte alla Leica Galerie, l'ingresso è gratuito

Bryan Adams è un artista a 360 gradi, capace di spaziare dalla musica alla fotografia. Il rocker canadese, che abbiamo già potuto apprezzare in qualità di ritrattista grazie ai suoi scatti per il Calendario Pirelli 2022, è ora protagonista di una nuova mostra che aprirà il 21 aprile e potrà essere visitata, a titolo gratuito, fino al 9 luglio. Dove? A Milano. Ecco di cosa si tratta. 

 

LEGGI ANCHE: Il nuovo calendario Pirelli è rock! Bryan Adams fotografa i colleghi

 

Presso Leica Galerie Milano, in via Giuseppe Mengoni 4 (angolo piazza Duomo), è stata allestita una mostra per celebrare il talento di Bryan Adams, rocker tra i più acclamati a livello globale. Negli ultimi 20 anni la star canadese è stata apprezzata non solo per le sue hit da alta classifica, ma anche come fotografo (ha ritratto tanti colleghi e personalità, tra queste anche la Regina Elisabetta).

 

La mostra milanese, curata da Anke Dagenhard e Denis Curti, presenta ventotto opere di grande formato di Bryan Adams. Ci sono scatti che immortalano grandi protagonisti del mondo dello spettacolo, della musica, della moda e dell’arte, da Amy Winehouse a Kate Moss, da Mick Jagger a Pink, da Lindsay Lohan a Morrissey, passando per Michael Jackson e Mickey Rourke.

 

Ai tradizionali ritratti in studio si contrappongono quelli meno convenzionali che testimoniano il rapporto di grande complicità che Bryan Adams è riuscito a instaurare con i suoi modelli (spesso amici di lunga data) e a scavare nella natura più intima delle celebrità.

 

In ogni singola foto si percepisce, infatti, la forte presenza del fotografo: l’obiettivo di Bryan Adams non crea una barriera tra sé e la persona ritratta, la sua grande capacità è proprio quella di superare la distanza e abbracciare idealmente il soggetto.

 

La rockstar 62enne ha attraversato con la sua musica ben quattro decenni, durante i quali ha pubblicato 15 album in studio, l'ultimo arrivato lo scorso marzo, So Happy It Hurts. Le performance sul palco e il suo modo di scrivere canzoni gli sono valsi numerosi premi: 3 Academy Award nomination, 5 Golden Globe nomination, 1 Grammy Award, 1 American Music Award e vari Juno Awards.

 

È stato inserito nella Hollywood Walk of Fame e ha ricevuto l’Allan Waters Humanitarian Award per i suoi concerti di beneficenza e il Governor General’s Performing Arts Award per il suo contributo di una vita alle arti in Canada.

 

L'amore per la fotografia lo ha portato a scattare anche tutte le copertine dei suoi album e a pubblicare libri che raccolgono molti dei suoi lavori. Nelle sue immagini, Bryan Adams riesce ad abbinare la dimensione estetica a quella etica, come testimoniano i volumi "Wounded – The Legacy of War" (2013) con giovani soldati inglesi feriti e mutilati durante la guerra in Iraq, e "Homeless" (2019) dove le sue fotografie dirette, compassionevoli e ricche di dignità, raccontano la storia di alcuni senzatetto.

 

Le sue campagne pubblicitarie sono state utilizzate da Hugo Boss, Guess Jeans, Sand, Converse, Montblanc, Omega, John Richmond, Fred Perry, Escada, Windsor, Kaldewei, Jaguar e OPEL. È anche uno dei fondatori della rivista Zoo Magazine, con sede a Berlino, per la quale pubblica regolarmente le sue fotografie.