TimGate
header.weather.state

Oggi 30 settembre 2022 - Aggiornato alle 11:44

 /    /    /  La collezione Strada a Vigevano
La collezione Strada a Vigevano

Coppa basata in vetro verde chiaro soffiato in stampo, decorata a bacellature e girali vegetali. Al centro dentro la tabula ansata la firma dell’autore in greco Aristeas fece. Da Albonese. Secondo quarto del I secolo d.C.- Credit: Courtesy Ufficio Stampa

MOSTRE07 agosto 2022

La collezione Strada a Vigevano

di Raffaella Ferrari

Fino al 30 settembre al Museo Archeologico Nazionale della Lomellina

Il Museo Archeologico Nazionale della Lomellina a Vigevano (PV) ospiterà fino al 30 settembre una selezione di quarantacinque oggetti archeologici appartenenti alla collezione Strada. Si tratta di un'anteprima, prima dell'esposizione permanente dell'intera collezione che avverrà entro l'anno.

 

Conservata nel castello di famiglia a Scaldasole, la collezione Strada formata da Antonio Strada (1904-1968) a partire da un nucleo di reperti rinvenuti nei terreni di famiglia già nel XIX secolo, è stata arricchita poi successivamente con acquisti da altre collezioni. In totale il patrimonio raccoglie 269 pezzi appartenenti ad un arco cronologico che si estende per oltre diciotto secoli, dalla preistoria all’età longobarda. La collezione è stata di recente acquisita dal Ministero della Cultura.

 

Il nucleo più prezioso è costituito dagli oggetti in vetro di età romana tra i quali spicca la splendida coppa firmata da Aristeas di Afrodisia. Anfore, vasellame in vetro e altri importanti reperti recuperati nelle campagne tra fine Ottocento e i primi del Novecento, tornano al loro antico splendore. Quasi tutti i reperti provengono dalla Lomellina, territorio noto a livello archeologico proprio per l'abbondanza, la varietà e la raffinatezza della produzione vetraria. I manufatti provengono per la maggior parte da corredi funerari.