TimGate
header.weather.state

Oggi 23 maggio 2022 - Aggiornato alle 03:00

 /    /    /  Le 7 cose da fare e da vedere a Lucca
Le 7 cose da fare e da vedere a Lucca

- Credit: Unsplash / Jane Ackerley

L’ITALIA DELLA FIBRA21 gennaio 2022

Le 7 cose da fare e da vedere a Lucca

di Roberto Pianta

In viaggio nei comuni con internet a banda ultralarga


Eccoci arrivati alla nuova meta del viaggio di TIM Gate alla scoperta dei comuni italiani raggiunti dalla banda ultralarga di TIM, con connessioni in fibra che possono persino arrivare alla velocità di 1 Gigabit al secondo. Luoghi per un weekend, una vacanza, una bella giornata con tante cose belle da fare, da vedere, da mangiare, da provare. Oggi vi portiamo a Lucca.

 

Lucca sarà tante città diverse. La città della musica classica: qui sono nati due fra i più grandi compositori italiani di sempre, Giacomo Puccini e Luigi Boccherini. Ma è anche la città dei fumetti: per le strade, ogni autunno, si tiene la più grande manifestazione italiana, Lucca Comics.
O ancora la città del mangiare bene, visto che qui brilla la cucina toscana, in particolare l’arte delle zuppe (squisite, se andate a Lucca provatele tutte). Ma la Lucca più bella resta quella dell’arte, per cui è conosciuta in tutto il mondo. Ecco dunque le 7 cose che vi consigliamo di fare per prime se vi trovate da queste parti.

 

1) Andare in Piazza San Michele a scrutare la facciata della chiesa

Piazza San Michele è il luogo in cui da secoli si riuniscono i lucchesi, per chiacchierare, ritrovarsi, discutere, stare insieme, bere un bicchiere di quello buono. Qui vi ritroverete circondati da bei palazzi medievali, ma lo sguardo sarà subito rapito dalla chiesa romanica, con la splendida facciata ornata da intarsi, logge, sculture (la più alta è la grande statua di marmo dell'arcangelo Michele).

Ora entrate a curiosare fra le navate. Le due meraviglie da non perdere sono la Madonna col bambino, capolavoro in terracotta smaltata di Andrea della Robbia, e la Pala Magrini dipinta da Filippino Lippi.

 

2) Ammirare l'arte della cattedrale di San Martino

La cattedrale è l'altra magnifica chiesa di Lucca, capolavoro del romanico toscano, famosa per gli archi nella facciata e nel campanile, e per le ricchissime decorazioni sopra i portali. Notare, fra gli altri, la Deposizione e l'Annunciazione, Natività e Adorazione dei Magi, tutte opere del grande Nicolò Pisano.

All'interno, altre sorprese, come la Sacra Conversazione dipinta dal Ghirlandaio e L'ultima cena di Tintoretto. E naturalmente, il monumento a Ilaria Del Carretto...

 

3) Rendere omaggio a Ilaria Del Carretto

Dentro la cattedrale si può ammirare una delle più belle e commoventi opere della storia della scultura italiana: il monumento funebre a Ilaria Del Carretto, realizzato da Jacopo Della Quercia fra il 1406 e il 1410. Notate la bravura con cui l'artista ha scolpito i dettagli, le vesti, il viso della giovane Ilaria. Era la sposa del signore di Lucca e morta a soli 25 anni.

 

4) Fare un giro di Piazza dell'Anfiteatro

Della Lucca romana restano molti segni, ma il più incredibile è quello lasciato dalla forma di Piazza dell'Anfiteatro. Qui sorgeva appunto un anfiteatro ellittico, edificato nella prima età imperiale e capace di ospitare fino a 10mila spettatori. Fu distrutto nei secoli delle invasioni barbariche, ma sui suoi ruderi i lucchesi cominciarono a costruire abitazioni, mantenendo la rotondità del perimetro iniziale. Il risultato è lo spettacolo che ancora oggi potete osservare da ogni punto della piazza.

 

5) Salire fino ai lecci della Torre Guinigi

Nel Trecento, quella dei Guinigi era la famiglia di mercanti più danarosa della città, e per dimostrarlo fece costruire questa torre alta quasi 45 metri: una specie di grattacielo medievale, con in cima un giardino pensile che ospita un piccolo bosco di lecci.
La torre la trovate sopra le vostre teste all'angolo tra via Sant'Andrea e Vicolo della Felicità. I più ardimentosi potranno provare anche a fare la non troppo agevole scalinata, che porta però fino a una delle viste panoramiche più belle di tutta la Toscana.

 

6) Darsi appuntamento in piazza San Frediano

La romanica chiesa di San Frediano rivaleggia con San Michele e la cattedrale, e merita pure lei la vostra attenzione. Sulla facciata si staglia un immenso mosaico medievale ispirato all'arte bizantina, e all'interno ci sono vari tesori come il fonte battesimale di Jacopo della Quercia (sì, lo stesso genio che ha ritratto Ilaria del Carretto). E poi cicli di affreschi, statue, decorazioni strabilianti. Intorno alla piazza, un antico quartiere di osterie e botteghe.

 

7) Passeggiare sulle Mura

Questa è forse la camminata più bella che si possa fare a Lucca. Il centro storico è circondato dalle Mura cinquecentesche, che oggi sono diventate un grande parco dove è bellissimo andare a piedi o a correre, in tutte le stagioni. Una passeggiata ininterrotta e sopraelevata, da 12 metri di altezza, fra castelli, giardini, prati, alberi, antiche porte.

Al Baluardo Santa Maria trovate il Caffè delle Mura (è qui dal 1840), più avanti il castello sopra Porta San Pietro.
Dal Baluardo San Colombano, fermatevi a guardare il bellissimo abside della cattedrale e ciò che resta delle mura romane (dalle parti della Chiesa della Rosa).

E quando arrivate al Baluardo San Regolo, date un'occhiata all’Orto Botanico, oppure spingetevi fino a una delle viuzze più romantiche di Lucca, Via dei Fossi, percorsa dal canale e da tanti edifici storici.

 

 

Internet a Lucca

TIM sta portando a Lucca la fibra ottica alle abitazioni, per rendere disponibili collegamenti ultraveloci fino a 1 Gigabit/s. Sono oltre 10mila le unità immobiliari già collegate alla nuova rete, e l’obiettivo è di cablare circa 28mila unità immobiliari alla conclusione del piano, quando Lucca avrà una rete in fibra ottica ancora più performante di quella già in precedenza a disposizione dei cittadini grazie alla tecnologia FTTCab, che ha reso disponibili collegamenti fino a 200 megabit al secondo per 39mila unità immobiliari.