Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 05 dicembre 2020 - Aggiornato alle 15:31
Live
  • 14:45 | Addio al penultimo cane della regina Elisabetta
  • 14:23 | Leonardo Lamacchia, chi è il cantante di Amici 2020
  • 13:47 | Tradizioni natalizie italiane, le più belle
  • 13:39 | Come riconoscere un bugiardo, i segnali
  • 13:30 | Irina Shayk e la figlia a spasso per New York
  • 13:19 | Maria Teresa Ruta: quanti figli ha?
  • 13:19 | Ai cani piacciono davvero le coccole?
  • 12:48 | La playlist di TIMMUSIC delle canzoni dedicate a Nelson Mandela
  • 12:44 | Arredamento classico moderno
  • 12:34 | Dentifricio al carbone fatto in casa
  • 12:27 | Il Milan a Genova senza Kjaer e Ibrahimovic
  • 12:24 | Stufe elettriche a basso consumo energetico, perché sceglierle
  • 12:00 | Kendall Jenner ha salvato la vita alla sorella
  • 11:25 | La Russia ha iniziato a somministrare il suo vaccino
  • 11:00 | Focaccia al farro con olive e rosmarino
  • 10:59 | L’Inter contro il Bologna per avvicinarsi alla vetta
  • 09:10 | Le 8 regioni che cambiano colore dal 6 dicembre
  • 07:56 | Formula 1, Leclerc scommette su Russel in Bahrein
  • 06:20 | Le migliori app del 2020 secondo Apple
  • 06:13 | Ondata di pioggia, neve e maltempo sull'Italia
Covid: come tornare in Italia dall'estero - Credit: Tass / Ipa / Fotogramma
MONDO 29 ottobre 2020

Covid: come tornare in Italia dall'estero

di Roberto Pianta

Chi deve fare la quarantena? Chi il tampone? Dipende dalla provenienza

 

In tutto il mondo l'informazione sulla pandemia da mesi confonde le idee alla gente, e quindi anche a coloro che devono rientrare in Italia.

Ma quali sono le regole al riguardo? Chi può arrivare, e chi no? E a quali condizioni? La risposta: dipende. Soprattutto dal luogo di partenza.

 

Per prima cosa, un chiarimento: non è consentito l'ingresso in Italia dall'estero a chi:

- è positivo;

- ha sintomi Covid;

- ha avuto un contatto stretto con un positivo. 

Questo vale per tutti, italiani e non.

 

Detto ciò, vediamo le regole, che cambiano appunto a seconda del luogo di provenienza della persona.

 

Da Belgio, Francia, Olanda, Repubblica Ceca, Spagna

Chi entra o rientra in Italia da questi Paesi Ue deve presentare un documento sanitario in cui si attesta che, nelle 72 ore prima dell'ingresso in Italia, ha fatto un tampone molecolare o antigenico con risultato negativo.

In alternativa, il viaggiatore deve fare il tampone (sempre molecolare o antigenico) in aeroporto o nel luogo di confine, oppure mettersi subito in isolamento in casa e fare il tampone all'Asl entro 48 ore dall'ingresso in Italia.

 

In più deve:

- firmare e consegnare alle autorità questa autodichiarazione;

- comunicare immediatamente il proprio ingresso in Italia all'Asl competente per territorio.

 

Se poi durante il soggiorno in Italia ha sintomi Covid, deve segnalarlo subito alle autorità sanitarie e mettersi in isolamento fiduciario per 14 giorni. 

 

Dalla Romania

Chi entra o rientra in Italia dalla Romania deve sottoporsi all'isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria e compilare un’autodichiarazione

 

Per spostarsi da luogo dell'ingresso in Italia alla propria destinazione finale deve usare un mezzo privato (insomma, non può andarci in autobus o in treno, ecco).

 

Dagli altri Paesi dell'Unione Europea

Chi arriva da altri Paesi Ue, anche solo per turismo, deve soltanto compilare questa autodichiarazione.

 

 

Dal Regno Unito

Le regole descritte di seguito valgono per chiunque arrivi dai territori del Regno Unito, ivi compresi Gibilterra,  le isole del Canale, l'Isola di Man e le basi a Cipro, ma esclusi i territori britannici extraeuropei.

 

Chi arriva in Italia dal Regno Unito deve poter attestare di aver fatto tampone molecolare o antigenico, risultato negativo, nelle 72 ore prima dell'ingresso in Italia. In alternativa deve fare il tampone (sempre molecolare o antigenico) in aeroporto, oppure mettersi subito in isolamento in casa e fare il tampone all'Asl entro 48 ore dall'ingresso in Italia.

In più deve:

- firmare e consegnare alle autorità questa autodichiarazione;

- comunicare immediatamente il proprio ingresso all'Asl competente per territorio.

 

Se poi durante il soggiorno in Italia ha sintomi Covid, deve segnalarlo subito alle autorità sanitarie e mettersi in isolamento per 14 giorni.

 

Da altri Paesi

Chi rientra da Australia, Canada, Georgia, Giappone, Nuova Zelanda, Romania, Ruanda, Corea del Sud, Tailandia, Tunisia o Uruguay , deve sottoporsi all'isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria per 14 giorni, e compilare un’autodichiarazione. Per spostarsi da luogo dell'ingresso in Italia alla propria destinazione finale deve usare un mezzo privato.

Regole diverse per i cittadini italiani che arrivano da Armenia, Bahrein, Bangladesh, Bosnia Erzegovina, Brasile, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana, Kosovo, Montenegro o Colombia: all’atto dell’imbarco devono presentare un’attestazione di essersi sottoposti a tampone molecolare o antigenico nelle 72 ore precedenti, con risultato negativo. Lo stesso vale per chi ha la residenza anagrafica in Italia da prima del 9 luglio 2020 e per i loro familiari. Per tutti gli altri viaggiatori provenienti da questi Paesi è ancora in vigore il divieto di entrare in Italia.

Per quanto riguarda chi arriva dagli altri Paesi del mondo, non è più consentito l'accesso in Italia per motivi di turismo ma soltanto per motivazioni ben precise (per esempio per tornare al proprio domicilio o residenza, o per lavoro, o per assoluta urgenza). Chi intende entrare o rientrare deve comunque compilare l’autodichiarazione nella quale indica la motivazione che consenta l’ingresso o il rientro.  Se autorizzato a entrare, può raggiungere la propria destinazione finale in Italia solo con mezzo privato, e deve sottoporsi a isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria per 14 giorni.

 

Fonte delle informazioni: Ministero della Salute, Ministero degli Esteri, 27 ottobre 2020.

 

 

 

 

I più visti

Leggi tutto su News