Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 27 settembre 2021 - Aggiornato alle 08:00
News
  • 06:05 | Il voto dei tedeschi, le terze dosi e le altre notizie sulle prime pagine
  • 06:01 | Basket, Serie A: risultati, tabellini e classifica dopo la 1ª giornata
  • 00:02 | Basket, Fortitudo Bologna: le dimissioni di coach Repesa
  • 23:34 | Elezioni federali in Germania: Spd in vantaggio
  • 19:23 | Hamilton ancora nella storia: è la vittoria numero 100 in F1
  • 18:20 | La Juve vince con la Samp ma perde Dybala e Morata
  • 18:15 | I dati del 26 settembre: 44 morti, 3099 i positivi
  • 16:00 | Economia, uno sguardo ottimista sul futuro
  • 15:17 | SBK 2021, Jerez: Razgatlioglu vince anche Gara 2 su Redding e Bautista
  • 13:03 | SBK 2021, a Jerez Razgatlioglu vince Gara 1
  • 13:00 | Come funziona l'app che verifica i codici dei green pass
  • 10:02 | La richiesta dei Fridays for Future: è ora di agire
  • 09:14 | Inter e Atalanta, un pareggio da grandi
  • 22:50 | La figlia di Picasso dona 9 opere al Museo di Parigi
  • 19:28 | Elezioni in Germania: cosa dicono gli ultimissimi sondaggi
  • 18:15 | Norris in pole in Russia, la Ferrari di Sainz seconda
  • 16:28 | Moto, la tragedia di Dean Berta Vinales
  • 16:03 | Il Milan vince e si coccola il nuovo Maldini
  • 10:50 | La Juventus e Dybala si avvicinano sul rinnovo
  • 10:37 | Le donne incinte o in allattamento possono vaccinarsi
Covid, nessuna prova che si trasmetta con il cibo - Credit: Pixabay
CORONAVIRUS 3 agosto 2021

Covid, nessuna prova che si trasmetta con il cibo

di Michela Cannovale

Anche le possibilità di contagio attraverso confezioni e imballaggi sono "molto basse"

Secondo la Sezione Sicurezza Alimentare del ministero della Salute, non esistono al momento evidenze scientifiche che permettano di affermare che il virus Sars-Cov-2 si trasmetta per via alimentare, attraverso cibi crudi o cotti. Anzi, il rischio che l’infezione si diffonda tramite contatto con le confezioni degli alimenti è "trascurabile".

 

Un'affermazione, questa, che arriva al termine di "un’analisi delle conoscenze attuali in merito al rapporto tra virus e alimenti", condotta dalla Sezione Sicurezza Alimentare dopo "specifiche richieste di chiarimento avanzate dalla Sezione consultiva delle Associazioni dei consumatori e dei produttori e da altri portatori di interesse”. 

 

"La comprensione della modalità di trasmissione del Covid-19 è ancora parzialmente incompleta", si legge nel report dell’autorità sanitaria. 

 

L'ipotesi attualmente più accreditata per la nascita del virus, viene ricordato, è quella connessa al mondo animale, mentre il mezzo di contagio principale è quello interpersonale.

 

“Fino ad oggi non sono stati segnalati casi di trasmissione di Sars-CoV-2 tramite il consumo di cibo. Pertanto, come affermato dall'Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare, dall’International Dairy Food Association, dall’Oms e dal CDC, non ci sono prove che il cibo rappresenti un rischio per la salute pubblica" in relazione al Covid-19. 

 

Il rischio di contagio attraverso il packaging

In merito al packaging dei prodotti alimentari, i dati disponibili parlano solo di "sopravvivenza del virus sulle diverse superfici" (sul cartone, ad esempio, resiste fino a 24 ore, mentre sul vetro si arriva a 28 giorni), e non della sua "contagiosità".

Per ora, inoltre, “non sono disponibili evidenze scientifiche circa la trasmissione del virus attraverso oggetti e superfici contaminate a contatto con gli alimenti, che possano far ritenere la presenza del SARS-CoV-2 sul packaging un fattore di rischio per la salute”.

 

“Non ci sono ancora prove - viene precisato nel report - che gli imballaggi contaminati, esposti a diverse condizioni ambientali e temperature, trasmettano l'infezione”.

 

Le regole anti-contagio per produttore, rivenditore e consumatore

Per quanto riguarda la produzione di alimenti, esistono già delle norme che impongono pratiche di igiene nella lavorazione dei prodotti pensate per “prevenire la contaminazione degli alimenti da parte di qualsiasi agente patogeno, e quindi possono a loro volta essere indicati anche a prevenire la contaminazione degli alimenti da parte del SARS-CoV-2”.

 

Quanto ai rivenditori di alimenti, le misure di prevenzione da osservare sono “il distanziamento fisico, la buona igiene personale con frequente lavaggio delle mani e l’applicazione delle generali regole per l’igiene degli alimenti”. I lavoratori del settore alimentare sono inoltre “chiamati a seguire misure di precauzione e prevenzione riguardanti pulizia e igiene, disinfezione di superfici e punti ad alto contatto, mantenimento della distanza fisica”.

 

Regole precise anche per il consumatore, che dovrebbe sempre, durante la spesa, "mantenere la distanza di almeno un metro e mezzo tra le persone in coda e dal rivenditore, sanitizzare il carrello o il cestino, sanitizzare le mani prima e dopo l’utilizzo del carrello o del cestino e/o proteggere le mani con guanti da eliminare in appositi contenitori finita la spesa, come tuttora consigliato, oltre che usare la mascherina correttamente indossata tutto il tempo di permanenza al supermercato”.

 

Ricorda infine Sky TG24: non è necessario disinfettare gli involucri che contengono gli alimenti, ma lavare le mani dopo aver manipolato le confezioni. Durante la preparazione degli alimenti, invece, è importante lavorare su superfici pulite e far cuocere bene il cibo. 

 

Come poi si legge sul report del Ministero, “le temperature utilizzate per la cottura sono sufficienti per inattivare il coronavirus" (ossia "65 °C per 4 minuti"). Per la sanificazione di frutta e verdura, basta il lavaggio con acqua potabile.

 

- LEGGI ANCHE: Le ultime news sul coronavirus in Italia e nel mondo

I più visti

Leggi tutto su News