TimGate
header.weather.state

Oggi 25 settembre 2022 - Aggiornato alle 20:00

 /    /    /  Fabrizio Curcio: 'Serve una risposta olistica' alla crisi climatica
Fabrizio Curcio: 'Serve una risposta olistica' alla crisi climatica

Il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio- Credit: FABIO CIMAGLIA / Fotogramma

INTERVISTA ALLA 'REPUBBLICA'18 agosto 2022

Fabrizio Curcio: 'Serve una risposta olistica' alla crisi climatica

di Gianluca Cedolin

Il Capo della protezione civile ha parlato dell'emergenza ambientale

La Repubblica ha intervistato il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio, di ritorno da Stromboli dopo il nubifragio e la frana che hanno colpito l'isola. In un'estate in cui la morsa della crisi climatica ha stretto l'Italia tra siccità, caldo estremo, incendi e improvvisi nubifragi, la Protezione civile ha avuto molto da fare. 'Le stagioni siccitose spesso sono accompagnate da un gran numero di incendi. E gli incendi possono peggiorare i rischi idrogeologici. Spesso i problemi sono collegati e ci colpiscono da tutte le parti. Quel che servirebbe è una risposta olistica', ha detto Curcio.

 

Il tema è sempre quello: per contrastare la crisi climatica, e nel frattempo adattarsi alle nuove condizioni, serve uno sforzo importante su tutti i livelli, a cominciare dalla politica, dove 'quasi tutti hanno il tema dell’ambiente in agenda, ma quasi nessuno poi lo approfondisce'. Il capo della Protezione civile è comunque 'convinto che chiunque sia chiamato a governare dovrà fare i conti con il problema, anche a livello internazionale', perché 'ormai è davanti agli occhi di tutti'.

 

Gli eventi climatici estremi ad agosto sono ormai quotidiani: 'Dall’inizio del mese abbiamo dovuto affrontare una situazione importante al giorno. C’è stata un’alluvione in Trentino il 5 agosto, a Monteforte Irpino il 9, a Stromboli il 12 e due sere fa il forte temporale a sud di Firenze. L’ultimo rapporto Ispra ci ricorda che il 94% dei Comuni italiani è a rischio per frane, alluvioni o erosione costiera. La natura è bellissima, ma dobbiamo avere rispetto per le sue manifestazioni estreme. Chi ci si è ritrovato dentro conosce quanto siano pericolose e aggressive'.

 

Intanto, 'i ghiacciai si stanno ritirando, questo è un problema che rientra nel cambiamento climatico', mentre 'in Europa potremmo toccare il record del 2017 di 980mila ettari bruciati' per via degli incendi. Inoltre, 'oggi, a differenza di allora, siamo chiamati a spegnere incendi anche sulle Alpi. In Friuli Venezia Giulia, Veneto e Trentino Alto Adige quest’anno abbiamo effettuato 37 interventi. L’anno scorso eravamo a zero'.