TimGate
header.weather.state

Oggi 14 agosto 2022 - Aggiornato alle 21:00

 /    /    /  Le principali misure nel Dl Aiuti bis
Le principali misure nel Dl Aiuti bis

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi- Credit: FABIO CIMAGLIA / IPA / Fotogramma

ECONOMIA05 agosto 2022

Le principali misure nel Dl Aiuti bis

di Gianluca Cedolin

Stanziati in tutto 17 miliardi

Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto Aiuti bis, che stanzia in tutto 17 miliardi per realizzare nuovi progetti, aiutare cittadini e imprese e rilanciare l'economia. Con l'aiuto di quanto scrive l'agenzia Agi, ecco le principali misure contenute nel decreto:

 

Energia

Prezzo del gas calmierato per i clienti considerati vulnerabili, riduzione dell'Iva nel settore del gas (al 5 per cento), stop a modifiche unilaterali delle bollette da parte del fornitore fino al 30 aprile 2023, annullamento, per il quarto trimestre 2022, degli oneri di sistema nel settore elettrico, credito d'imposta in favore delle imprese a forte consumo di energia (oltre 3,3 miliardi), stanziati 400 milioni per gli enti locali per far fronte all'aumento dei costi dell'energia.

 

Benzina e carburante

Credito d'imposta per i carburanti nell'agricoltura e nella pesca (stanziati 194 milioni), taglio delle accise sui carburanti prorogato fino al 20 settembre (misura da oltre 1 miliardo di euro).

 

Lavoro

Per i periodi di paga dal primo luglio 2022 al 31 dicembre il cuneo fiscale viene tagliato di un ulteriore 1,2 per cento, salendo al 2 per cento. Il bonus una tantum di 200 euro viene esteso ai lavoratori sportivi e ad altri lavoratori, il Fondo per il sostegno del potere d'acquisto dei lavoratori autonomi viene rifinanziato, con la dotazione che passa da 500 a 600 milioni. Stanziamento di oltre 1 miliardo per l'ex Ilva.

 

Salute, trasporti, ambiente

Aumento a 15 milioni di euro per il 2022 per il Bonus psicologo, aumento da 79 a 180 milioni di euro del fondo per il Bonus trasporti (contributo massimo 60 euro per gli abbonamenti al trasporto locale mensili o annuali), stanziamento di 1 miliardo aggiuntivo per il fondo sanitario nazionale, incremento di ulteriori 200 milioni per affrontare la carenza idrica e di 400 milioni per le Olimpiadi Milano-Cortina.