TimGate
header.weather.state

Oggi 07 ottobre 2022 - Aggiornato alle 20:00

 /    /    /  Scuola, cosa farà il 'docente esperto'
Scuola, cosa farà il 'docente esperto'

- Credit: Pixabay

ITALIA08 agosto 2022

Scuola, cosa farà il 'docente esperto'

di Michela Cannovale

E' la nuova figura introdotta dal Decreto Aiuti bis

È al decreto Aiuti bis approvato dal Consiglio dei ministri lo scorso 4 agosto che si deve la creazione di un nuovo ruolo all’interno delle scuole: è quello del docente esperto. La figura è stata introdotta in seguito alla riforma legata al Pnrr che prevede una revisione delle norme sulla formazione continua degli insegnanti.

 

Chi è il docente esperto? Non è altro che un docente di ruolo che ha deciso di intraprendere e ha superato con esito positivo tre corsi triennali di formazione consecutivi e non sovrapponibili. Le mansioni rimangono le medesime del docente tradizionale. Cambia però lo stipendio: i docenti esperti guadagneranno 400 euro in più al mese (5650 euro all’anno) sotto forma di “assegno ad personam”.

 

I docenti esperti, inoltre, non potranno essere più di ottomila sul territorio nazionale.

 

Come l’hanno presa i sindacati

I sindacati, comunque, non si sono detti d’accordo con l’introduzione della nuova figura. 'Il governo trova nuove risorse per finanziare la figura del docente esperto, un meccanismo selettivo dei prof che riguarderà solo 8.000 lavoratori all'anno e che la categoria ha già bocciato con lo sciopero generale del 30 maggio scorso', hanno ricordato i segretari generali di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Gilda Unams e Snals Confsal. 'Si trovano i soldi per tutto tranne che per il rinnovo del contratto nazionale. Vogliamo lo stralcio del provvedimento delle misure che riguardano la scuola, che vanno riportate a materia contrattuale, individuando le risorse per chiudere il negoziato per il contratto di un milione di persone'.